Il nostro vero valore

505 il nostro vero valore

Attraverso la sua vita, morte e risurrezione, Gesù ha dato all'umanità un valore che supera di gran lunga qualsiasi cosa potremmo mai immaginare, guadagnare o persino immaginare. L'apostolo Paolo lo descrisse come segue: "Sì, lo considero ancora dannoso per l'esuberante conoscenza di Cristo Gesù, mio ​​Signore. Per il suo bene, mi ha fatto tutto del male, e ritengo che sia sporca vincere Cristo » (Filippesi 3,8). Paolo sapeva che una relazione viva e profonda con Dio attraverso Cristo ha un valore infinito e inestimabile rispetto a qualsiasi cosa una fonte di essiccazione possa mai offrire. Giunse a questa conclusione guardando il proprio retaggio spirituale, senza dubbio ricordando le parole del Salmo 8: "Cos'è l'uomo che ricordi e l'uomo bambino di cui ti occupi?" (Salmo 8,5).

Ti sei mai chiesto perché Dio è venuto nella persona di Gesù come ha fatto? Non poteva venire con ospiti celesti che avrebbero potuto mostrare il suo potere e la sua gloria? Non poteva venire come animale parlante o come supereroe dei fumetti Marvel? Ma, come sappiamo, Gesù è venuto nel modo più umile - come un bambino indifeso. Il suo piano doveva essere ucciso in modo terribile. Non posso che essere incoraggiato quando penso alla straordinaria verità che non ha bisogno di noi, ma è venuto comunque. Non abbiamo nulla che potremmo dargli tranne l'onore, l'amore e la gratitudine.

Dal momento che Dio non ha bisogno di noi, sorge la domanda del nostro valore. In termini puramente materiali, siamo relativamente privi di valore. Il valore delle sostanze chimiche che compongono il nostro corpo riguarda i franchi 140. Se dovessimo vendere il midollo osseo, il nostro DNA e gli organi del nostro corpo, il prezzo potrebbe salire a qualche milione di franchi. Ma questo prezzo non è quasi paragonabile al nostro vero valore. Come nuove creature in Gesù, siamo inestimabili. Gesù è la fonte di questo valore - il valore di una vita vissuta in relazione a Dio. Il Dio trino ci ha chiamati all'esistenza dal nulla, così da poter vivere eternamente in una relazione perfetta, sacra e amorevole con Lui. Questa relazione è un'unità e comunione in cui riceviamo liberamente e volontariamente tutto ciò che Dio ci dà. In cambio, gli affidiamo tutto ciò che siamo e abbiamo.

I pensatori cristiani hanno espresso la gloria di questa storia d'amore in molti modi diversi nel corso dei secoli. Agostino disse: «Ci hai reso la tua proprietà. Il nostro cuore è irrequieto finché non riposa in te ». Lo scienziato e filosofo francese Blaise Pascal ha dichiarato: "Nel cuore di ogni essere umano c'è un vuoto che può essere colmato solo da Dio stesso". CS Lewis ha dichiarato: "Nessuno che abbia provato la gioia di conoscere Dio vorrebbe mai scambiarli con la felicità del mondo". Ha anche detto che noi umani siamo fatti per "chiedere Dio".

Dio ha creato tutto (compresi noi umani) perché "Dio è amore", come l'ha detto l'apostolo Giovanni (1 Giovanni 4,8). L'amore di Dio è la più alta realtà - la base di tutta la realtà creata. Il suo amore ha un valore infinitamente grande ed è il suo amore redentore e trasformatore che ci porta e che definisce il nostro vero valore.

Non perdiamo mai di vista la realtà dell'amore di Dio per noi. Quando siamo nel dolore, sia fisico che emotivo, dovremmo ricordare che Dio ci ama e toglierà tutto il dolore dal suo programma. Quando abbiamo dolore, perdita e tristezza, dovremmo ricordare che Dio ci ama e un giorno asciugherà tutte le lacrime.

Quando i miei figli erano piccoli, mi hanno chiesto perché li adoro. La mia risposta non era che fossero bambini adorabili che sembravano buoni (quello che erano e sono ancora). Non si trattava di essere studenti eccezionali (che era vero). Invece la mia risposta è stata: "Ti amo perché sei i miei figli!" Colpisce il cuore del perché Dio ci ama: "Apparteniamo a lui e questo ci rende più preziosi di quanto potremmo mai immaginare". Non dovremmo mai dimenticarlo!

Rallegriamoci per il nostro vero valore di amato da Dio.

Joseph Tkach

presidente
GRACE COMMUNION INTERNATIONAL