La grazia di Dio

Grazia 276 La grazia è la prima parola nel nostro nome perché descrive meglio il nostro viaggio individuale e condiviso verso Dio in Gesù Cristo attraverso lo Spirito Santo. "Piuttosto, crediamo che per grazia del Signore Gesù saremo salvati, così come loro" (Atti 15:11). Siamo "senza merito dalla Sua grazia attraverso la redenzione attraverso Cristo Gesù" (Romani 3:24). Solo per grazia Dio ci lascia (tramite Cristo) partecipa alla sua giustizia. La Bibbia ci insegna costantemente che il messaggio di fede è un messaggio sulla grazia di Dio (Atti 14,3; 20,24; 20,32).

La base del rapporto di Dio con l'uomo è sempre stata grazia e verità. Mentre la legge era un'espressione di questi valori, la stessa grazia di Dio ha trovato piena espressione attraverso Gesù Cristo. Per grazia di Dio siamo salvati solo da Gesù Cristo e non osservando la legge. La legge con cui ogni uomo è dannato non è l'ultima parola di Dio per noi. La sua ultima parola per noi è Gesù. È la rivelazione perfetta e personale della grazia e della verità di Dio che ha liberamente donato all'umanità.

La nostra convinzione ai sensi della legge è giustificata e giusta. Non otteniamo comportamenti legittimi da noi stessi perché Dio non è prigioniero delle sue stesse leggi e legittime. Dio in noi opera nella divina libertà secondo la sua volontà. La sua volontà è definita dalla grazia e dalla redenzione. L'apostolo Paolo scrisse quanto segue: «Non sto gettando via la grazia di Dio; perché se la giustizia viene attraverso la legge, Cristo è morto invano ” (Galati 2:21). Paolo descrive la grazia di Dio come l'unica alternativa che non vuole buttare via. La grazia non è una cosa che viene pesata e misurata e che può essere scambiata. La grazia è la bontà vivente di Dio attraverso la quale persegue il cuore e la mente umani e cambia entrambi. Nella sua lettera alla chiesa di Roma, Paolo scrive che l'unica cosa che cerchiamo di realizzare attraverso i nostri sforzi è il peccato, vale a dire la morte stessa. Ma ce n'è anche uno particolarmente buono, perché "il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù, nostro Signore" (Romani 6:24). Gesù è la grazia di Dio. È la redenzione di Dio che è stata rilasciata per tutte le persone.