Bei regali

485 bei regaliL'apostolo Giacomo scrive nella sua lettera: "Tutti i doni buoni e tutti i doni perfetti discendono dall'alto, dal Padre della luce, presso il quale non c'è mutamento, né mutamento di luce e di tenebre" (Giacomo 1,17).

Quando guardo i doni di Dio, mi rendo conto che sta portando la vita. La luce, la gloria della natura, le albe dorate, i colori brillanti dei tramonti sulle cime innevate, il verde lussureggiante dei boschi, il mare di colori in un prato pieno di fiori. Vedo molte altre cose che tutti possiamo ammirare solo se prendiamo un po 'di tempo per loro. Dio ci dà tutte queste cose in abbondanza, non importa quale convinzione tu rappresenti. Il credente, l'ateo, l'agnostico, il non credente e il diverso credente, tutti possono godere di questi buoni doni. Dio fa piovere sui giusti e sugli ingiusti. Dona questi buoni doni a tutte le persone.

Pensa alle straordinarie abilità che le persone hanno nella tecnologia, nella costruzione, nello sport, nella musica, nella letteratura, nelle arti: l'elenco non ha fine. Dio ha dato a ogni persona le capacità. Persone di ogni provenienza erano benedette in abbondanza. Da dove vengono queste abilità, se non dal Padre della Luce, il donatore di tutti i buoni doni?

D'altra parte, c'è molta sofferenza e dolore nel mondo. Le persone sono state trascinate in un vortice di odio, avidità, incoscienza e cose che causano grande sofferenza. Basta guardare al mondo e ai suoi orientamenti politici per vedere quanto sia serio. Vediamo sia il bene che il male nel mondo e nella natura umana.

Quali meravigliosi doni Dio dà al credente, che incontra il bene e il male in questo mondo? Queste sono proprio le persone che James sta affrontando, per incoraggiarli a considerarlo come una ragione molto speciale per rallegrarsi quando si sottopongono a prove di ogni tipo.

La salvezza

Prima di tutto, c'è la parola di Gesù che chi crede nell'unigenito Figlio di Dio sarà salvato. Salvato da cosa? Lui o lei sarà salvato dal salario del peccato, che è la morte eterna. Allo stesso modo, Gesù parlò del pubblicano che stava nel tempio e si batté il petto e disse: "Dio, abbi pietà di me peccatore!" Io vi dico, costui scese a casa sua giustificato (Lc 18,1314).

La certezza del perdono

Sfortunatamente, a causa del nostro comportamento scorretto, ci impegniamo a essere colpevoli della vita. Alcune persone cercano di giustificare la loro colpevolezza, ma rimangono.

Ci sono molte ragioni per cui i nostri fallimenti passati non ci lasciano soli. Questo è il motivo per cui alcune persone vanno dagli psicologi per delle soluzioni. Nessuna consulenza umana può fare ciò che il sangue sparso di Gesù consente. Solo attraverso Gesù possiamo essere certi di essere perdonati, nel nostro passato e presente, anche nel nostro futuro. Solo in Cristo siamo liberi. Come disse Paolo, non c'è condanna per coloro che sono in Cristo (Romani 8,1).

Inoltre, abbiamo la certezza che quando pecchiamo di nuovo e "confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto, perdona i nostri peccati e ci purifica da ogni ingiustizia" (1. Johannes 1,9).

Lo Spirito Santo

Gesù ha anche detto che il Padre della Luce, Datore di buoni doni, ci farà il dono dello Spirito Santo, molto più di quanto i nostri genitori umani possano fare per noi. Assicurò ai suoi discepoli che se ne sarebbe andato, ma la promessa di suo padre com'era in Gioele 3,1 era stato profetizzato, ciò che accadde il giorno di Pentecoste si sarebbe adempiuto. Lo Spirito Santo è sceso su di loro ed è stato dentro e con tutti i cristiani credenti da allora.

Se abbiamo ricevuto Cristo e abbiamo ricevuto lo Spirito Santo, allora non abbiamo ricevuto uno spirito di paura, ma lo spirito di potenza, amore e prudenza (2. Timoteo 1,7). Questo potere ci permette di resistere agli attacchi del maligno, di opporci a lui, così fugge da noi.  

L'amore

Galati 5,22-23 descrive quale frutto produce in noi lo Spirito Santo. Ci sono nove aspetti di questo frutto che iniziano e sono incorporati nell'amore. Poiché Dio ci ha amati per primo, possiamo «amare il Signore Dio nostro con tutto il cuore e il prossimo come noi stessi». L'amore è così importante che Paul in 1. Corinzi 13 ne ha scritto una definizione e ha descritto cosa possiamo essere attraverso di loro. Conclude che ci sono tre cose che rimangono: fede, speranza e amore, ma l'amore è il più grande di loro.

Una mente sana

Questo ci permette di vivere come figli del Dio vivente nella speranza di salvezza, salvezza e vita eterna. Quando sorgono difficoltà, possiamo diventare confusi e persino perdere la speranza, ma se aspettiamo il Signore, lui ci farà passare attraverso.

Dopo ben settant'anni in cui ho potuto condurre una vita beata come cristiano impegnato, posso essere d'accordo con le parole del re Davide: "Il giusto deve soffrire molto, ma il Signore lo aiuta in tutto questo" (Salmo 34,20). Ci sono stati momenti in cui non sapevo pregare, quindi ho dovuto aspettare in silenzio, e poi quando ho guardato indietro ho potuto vedere che non ero solo. Anche se ho messo in dubbio l'esistenza di Dio, ha aspettato pazientemente di aiutarmi a uscire dalla crisi e di farmi guardare in modo che potessi vedere la grandezza della Sua gloria e creazione. In tale situazione chiese a Giobbe: "Dov'eri tu quando fondai la terra?" (Lavoro 38,4).

la pace

Gesù ha anche detto: “Vi lascio la pace, vi do la mia pace. […] Non abbiate paura e non abbiate paura» (Gv 14,27). Nel più grande bisogno ci dona una pace che va ben oltre la comprensione.

La speranza

Inoltre, ci dona come sommo dono la vita eterna e la gioiosa speranza di essere con Lui per sempre, dove non ci saranno più sofferenze e dolori e dove tutte le lacrime saranno asciugate (Apocalisse 21,4).

Salvezza, perdono, pace, speranza, amore e una mente sana sono solo alcuni dei buoni doni promessi al credente. Sono molto reali. Ancora più reale di tutti loro è Gesù. Lui è la nostra salvezza, il nostro perdono, la nostra pace, la nostra speranza, il nostro amore e la nostra mente sana: il dono migliore e perfetto che viene dal Padre.

Anche le persone che non appartengono ai fedeli, atei, agnostici o persone di altre fedi dovrebbero godere di questi buoni doni. Accettando l'offerta di salvezza attraverso la morte e la risurrezione di Gesù Cristo e confidando che Dio dona loro lo Spirito Santo, essi sperimenteranno una nuova vita e il rapporto con Dio Dio Uno e Trino, che è il datore di ogni bene. Hai la scelta.

di Eben D. Jacobs


pdfBei regali