Gesù è venuto per tutte le persone

640 Gesù è venuto per tutte le persone Spesso è utile esaminare attentamente le Scritture. Gesù fece un'impressionante dichiarazione dimostrativa e onnicomprensiva durante una conversazione con Nicodemo, un eminente studioso e sovrano degli ebrei. "Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché tutti coloro che credono in lui non periscano, ma abbiano la vita eterna" (Giovanni 3,16).

Gesù e Nicodemo si incontrarono su un piano di parità, da maestro a maestro. L'argomento di Gesù secondo cui era necessaria una seconda nascita per entrare nel regno di Dio sbalordì Nicodemo. Questa conversazione fu significativa perché Gesù, in quanto ebreo, dovette trattare con altri ebrei e, come in questo caso, soprattutto con i governanti influenti.

Vediamo cosa succede dopo. Successivamente c'è un incontro con la donna al pozzo di Giacobbe a Sicar. È stata sposata cinque volte e ora era selvaggiamente sposata con un uomo, il che l'ha resa l'argomento di conversazione numero uno tra le persone. Inoltre, era una samaritana e quindi apparteneva a un popolo che gli ebrei disapprovavano ed evitavano. Perché Gesù, il rabbino, ha avuto una conversazione con una donna di tutte le persone, cosa insolita, e con una donna samaritana di tutte le persone? Gli onorevoli rabbini non l'hanno fatto.

Dopo alcuni giorni, che Gesù trascorse tra loro su richiesta dei Samaritani, si trasferì con i suoi discepoli a Cana di Galilea. Là Gesù guarì il figlio di un funzionario reale, al quale disse: "Va ', tuo figlio vive!" Questo funzionario, certamente un ricco aristocratico, prestò servizio alla corte del re Erode e avrebbe potuto essere un ebreo o un pagano. Con tutti i suoi mezzi, non è stato in grado di salvare suo figlio morente. Gesù era la sua ultima e migliore speranza.

Durante la sua permanenza sulla terra, non era nello stile di Gesù fare una potente dichiarazione sull'amore di Dio per tutte le persone rimanendo sullo sfondo. L'amore del Padre è stato mostrato in pubblico attraverso la vita e la sofferenza del suo Figlio unigenito. Attraverso i tre incontri, Gesù ha rivelato di essere venuto per "tutti gli uomini".

Cos'altro impariamo da Nicodemo? Con il permesso di Pilato, Giuseppe d'Arimatea prese il corpo di Gesù e fu accompagnato da Nicodemo. “Ma Nicodemo, che era andato da Gesù quella notte, venne anche lui e portò mirra mescolata con aloe, circa cento libbre. Così presero il corpo di Gesù e lo legarono in panni di lino con spezie, come gli ebrei sono soliti seppellire " (Giovanni 19,39-40).

Al primo incontro è venuto al Figlio di Dio sotto la copertura delle tenebre, ora si mostra coraggiosamente con altri credenti per organizzare la sepoltura di Gesù.

da Greg Williams