Meglio di formiche

341 meglio delle formiche Sei mai stato in una folla enorme dove ti sentivi piccolo e insignificante? O ti sei seduto su un aereo e hai notato che le persone a terra erano piccole come parassiti? A volte penso che agli occhi di Dio sembriamo delle locuste che saltano nella terra.

In Isaia 40,22-24, Dio dice:
È in trono al di sopra del cerchio della terra e quelli che la abitano sono come cavallette; allarga il cielo come un velo e lo allarga come una tenda in cui si vive; rivela ai principi che non sono nulla, e distrugge i giudici sulla terra: non appena sono stati piantati, non appena seminati, non appena la loro tribù è radicata nella terra, li soffia per appassire e così via Il ciclone li porta via come paglia. Ciò significa che noi come "semplici locuste" non significiamo molto per Dio? Possiamo essere importanti per un essere così potente?

Il 40 ° capitolo di Isaia ci mostra la ridicolità di confrontare le persone con il grande Dio: «Chi le ha create? Colui che guida il loro esercito per numero, che li chiama tutti per nome. La sua fortuna è così grande ed è così forte che non si può perdere » (Isaia 40,26).

Lo stesso capitolo affronta anche la questione del nostro valore per Dio. Vede le nostre difficoltà e non rifiuta mai di ascoltare il nostro caso. Le profondità della sua comprensione superano di gran lunga le nostre. È interessato ai deboli e ai stanchi e dà loro forza e forza.

Se Dio fosse seduto su un trono alto sopra la terra, allora in realtà potrebbe vederci solo come insetti. Ma è sempre presente, qui con noi, in noi e ci dà grande attenzione.

Noi umani sembriamo costantemente preoccupati della questione generale del significato. Ciò fece credere ad alcuni che eravamo qui per caso e che le nostre vite non avevano senso. "Allora festeggiamo!" Ma siamo davvero preziosi perché siamo stati creati a immagine di Dio. Ci considera persone, ognuna delle quali è importante; tutti lo onorano a modo suo. In una folla di un milione, ognuno è importante quanto l'altro: ognuno è prezioso per il creatore delle nostre anime.

Perché sembriamo così preoccupati di negarci reciprocamente significato? A volte offendiamo, umiliano e insultiamo coloro che portano l'immagine del Creatore. Dimentichiamo o ignoriamo il fatto che Dio ama tutti. O siamo così arroganti da credere che alcuni sono stati messi su questa terra solo per sottomettersi a certi "superiori"? L'umanità sembra essere tormentata dall'ignoranza e dall'arroganza, persino dall'abuso. L'unica vera soluzione a questo problema principale è naturalmente la conoscenza e la credenza in colui che ci ha dato la vita e quindi il significato. Nel frattempo, dobbiamo vedere come possiamo gestire al meglio queste cose.

Il nostro esempio di trattarci reciprocamente come esseri significativi è Gesù, che non ha mai trattato nessuno come spazzatura. La nostra responsabilità verso Gesù e l'altro è seguire il suo esempio: riconoscere e trattare l'immagine di Dio in ogni persona che incontriamo. Siamo importanti per Dio? Come portatori della sua somiglianza, ci importa così tanto di lui che ha mandato il suo unico figlio a morire per noi. E questo dice tutto.

di Tammy Tkach


pdfMeglio di formiche