L'Eccelso Figlio dell'Uomo

635 l'Eccelso figlio dell'uomo In una conversazione con Nicodemo, Gesù menzionò un interessante parallelo tra un serpente nel deserto e se stesso: "Come Mosè ha esaltato il serpente nel deserto, così il Figlio dell'uomo deve essere esaltato affinché tutti coloro che credono in lui possano avere la vita eterna" (Giovanni 3,14-15).

Cosa intende dire Gesù con questo? Gesù attinge a una storia dell'Antico Testamento sul popolo d'Israele. Gli israeliti erano nel deserto e non erano ancora entrati nella terra promessa. Erano impazienti e si lamentavano: «Il popolo era infastidito per la strada e parlava contro Dio e contro Mosè: Perché ci hai fatti uscire dall'Egitto, perché morissimo nel deserto? Perché qui non c'è né pane né acqua e siamo disgustati da questo magro cibo » (Genesi 4: 21,4-5).

Qual era il significato della manna? “Mangiarono tutti lo stesso cibo spirituale e bevvero la stessa bevanda spirituale; poiché bevevano della roccia spirituale che li seguiva; ma la roccia era Cristo " (1 Corinzi 10,3: 4).

Gesù Cristo è la roccia, la bevanda spirituale e qual era il cibo spirituale che mangiavano? Era la manna, il pane, che Dio fece cadere in tutto il campo di Israele. Cosa è stato? Gesù simboleggia la manna, è il vero pane del cielo. Gli israeliti disprezzavano il pane celeste, e cosa accadde?

Sono arrivati ​​rettili velenosi, hanno morso e molte persone sono morte. Dio ordina a Mosè di creare un serpente di bronzo e di appenderlo a un palo. «Così Mosè fece un serpente di bronzo e lo innalzò in alto. E se qualcuno mordeva un serpente, guardava il serpente di bronzo e restava in vita » (Genesi 4:21,9).

Gli israeliti erano ingrati e ciechi di fronte a ciò che Dio stava facendo per loro. Avevano dimenticato che li aveva salvati dalla schiavitù in Egitto attraverso pestilenze miracolose e fornito loro cibo.
La nostra unica speranza è nel provvedimento che viene da Dio, non da qualcosa che facciamo ma da Colui che è innalzato sulla croce. Il termine "esaltato" è un'espressione per la crocifissione di Gesù ed è l'unico rimedio per la condizione di tutta l'umanità e per il popolo scontento di Israele.

Il serpente di bronzo era solo un simbolo che rendeva possibile la guarigione fisica per alcuni israeliti e indicava l'Uno definitivo, Gesù Cristo, che offre guarigione spirituale a tutta l'umanità. La nostra unica speranza di sfuggire alla morte dipende dal prestare attenzione a questo destino che Dio ha creato. Dobbiamo guardare e credere nel Figlio dell'uomo, che è stato esaltato, se vogliamo essere salvati dalla morte e ricevere la vita eterna. Questo è il messaggio del Vangelo registrato nella storia del vagabondaggio di Israele nel deserto.

Se tu, caro lettore, sei stato morso dal serpente, guarda il Figlio di Dio che fu innalzato sulla croce, credi in lui, allora riceverai la vita eterna.

di Barry Robinson