Le miniere del re Salomone 17

Qual è l'argomento, il motto e l'idea centrale del libro "Proverbi"? Qual è il nucleo del nostro viaggio con Dio rivelato a noi in questo libro?

È il timore del Signore. Se dovessi riassumere l'intero libro dei Proverbi con un solo verso, quale sarebbe? “La paura dell'Eterno è l'inizio della conoscenza. Gli sciocchi disprezzano la saggezza e la disciplina ” (Proverbi 1,7) , Detti 9,10 esprime qualcosa di simile: "All'inizio della saggezza è il timore del Signore, e per conoscere i santi, questo è capire".

Il timore del Signore è la verità più semplice nel libro dei Proverbi.

Se non abbiamo il timore del Signore, allora non avremo saggezza, comprensione e conoscenza.Qual è il timore del Signore? Sembra un contrasto. Per prima cosa, Dio è amore e, dall'altra, siamo chiamati a temerlo. Questo significa che Dio è intimidatorio, spaventoso e inquietante? Come posso avere una relazione con qualcuno di cui ho paura?

Culto, rispetto e miracoli

La prima riga di detti 1,7 è un po 'difficile da capire, perché qui è il concetto "La paura" non viene necessariamente in mente quando pensiamo a Dio. La parola tradotta "paura", che appare in molte traduzioni della Bibbia, deriva dalla parola ebraica "yirah". Questa parola ha molti significati. A volte significa la paura che proviamo quando affrontiamo un grande pericolo e / o dolore, ma può anche significare "venerazione" e "soggezione". Quale di queste traduzioni dovremmo usare per il verso 7? Il contesto è importante qui. Il significato di "paura" nel nostro caso è spiegato qui nella seconda parte del verso: sciocco disprezzo saggezza e disciplina. La parola chiave qui è disprezzare, il che può anche significare che consideri qualcuno insignificante o lo disprezzi. Può anche essere usato per descrivere qualcuno che è testardo, orgoglioso e controverso e che crede di avere sempre ragione (Proverbi 14,3; 12,15).

Raymond Ortl scrive nel suo libro Proverbi: "È una parola di avversione e un distacco basato sulla relazione. È l'arroganza che ti fa sentire al di sopra della media e troppo intelligente, troppo buono e troppo impegnato per il culto e la riverenza. "

CS Lewis descrive questo tipo di attitudine nel suo libro Pardon, I'm a Christian: "Come incontri qualcuno che è sopra di te sotto ogni aspetto? Se non percepisci e conosci Dio in questo modo, e di conseguenza percepisci e conosci te stesso come nulla, non conosci Dio. Finché sei orgoglioso, non puoi conoscere Dio. Una persona orgogliosa guarda sempre verso il basso su persone e cose e finché si guarda in basso, non si può vedere cosa c'è sopra di loro. "

"Il timore del Signore" non significa intimidire i brividi davanti al Signore, come se Dio fosse un tiranno arrabbiato. La parola paura qui significa venerazione e riverenza. Adorare significa avere grande rispetto e onore a qualcuno. La parola "riverenza" è un concetto che è difficile identificare con oggi, ma è una meravigliosa parola biblica. Contiene le idee di meraviglia, stupore, mistero, meraviglia, gratitudine, ammirazione e persino riverenza. Significa essere senza parole. Il modo in cui si reagisce quando si incontra o si sperimenta qualcosa che non si è mai verificato prima e che non si può tradurre immediatamente in parole.

mozzafiato

Mi ricorda la sensazione che ho provato quando ho visto il Grand Canyon per la prima volta. Niente poteva esprimere a parole il sentimento di ammirazione che provavo quando vedevo la grande bellezza di Dio e della sua creazione prima di me. Grande è un eufemismo. Aggettivi come gloriosi, esuberanti, travolgente, affascinante, avvincente, mozzafiato possono descrivere queste catene montuose. Ero senza parole quando guardai dall'alto il grande fiume che era più di un miglio sotto di me. La bellezza e i colori vivaci delle rocce e la grande diversità di flora e fauna - tutto questo mi ha reso senza parole. Nessuna parte del Grand Canyon è disponibile una seconda volta. I suoi colori, che a un certo punto erano diversi e complessi, hanno cambiato il loro spettro più e più volte quando il sole tramontava. Non avevo mai visto niente del genere prima. Allo stesso tempo mi spaventava un po ', perché mi sentivo così piccolo e insignificante.

Questo è il tipo di stupore che la parola riverenza implica. Ma questa meraviglia viene non solo dalla creazione di Dio, ma si riferisce a questo essere, che è perfetto e in ogni modo unico e travolgente. Quello è sempre stato perfetto, è perfetto ora e sarà sempre perfetto. Tutto ciò che riguarda Dio dovrebbe trasformare i nostri pensieri in meraviglia e ammirazione ed evocare il nostro pieno rispetto. Attraverso la grazia e la misericordia e attraverso il suo amore infinito e incondizionato per noi, siamo stati accolti tra le braccia e nel cuore di Dio. È meraviglioso, Gesù si è umiliato per noi ed è persino morto per noi. L'avrebbe fatto anche se tu fossi l'unica persona al mondo. Lui è il tuo Redentore. Non solo ti ama perché sei qui nel mondo, ma sei qui nel mondo perché ti ha portato in questo mondo e ti ama. L'intera creazione di Dio è meravigliosa, ma tu sei al centro di testi in cui - come nel Salmo 8 - si tratta della Trinità di Dio. Noi, persone deboli e fragili, possiamo solo rispondere con "Wow!".

"Ho visto il Signore"

Agostino era un primo teologo cristiano che scrisse molto sulle incredibili meraviglie di Dio. Una delle sue opere più importanti si chiama "De civitate Dei" (in tedesco dallo stato di Dio). Sul suo letto di morte mentre i suoi amici più cari si radunavano intorno a lui, un miracoloso sentimento di pace riempiva la stanza. All'improvviso i suoi occhi si aprirono a quelli che erano nella stanza e brillava con un'espressione splendente che aveva visto il Signore e tutto ciò che aveva scritto non poteva rendergli giustizia. Dopo aver dormito pacificamente, Proverbi 1,7: 9,10 e ne parlano, il timore del Signore è l'inizio della conoscenza e della saggezza. Ciò significa che la conoscenza e la saggezza possono essere basate solo sul timore del Signore e non possono esistere senza di essa. È il prerequisito necessario per poter affrontare la nostra vita quotidiana. Il timore del Signore è l'inizio: "La paura del Signore è una fonte di vita, che si dovrebbero evitare le corde della morte" (Spr14,27) , Se ti meraviglia e rispetti Dio per quello che è, la tua conoscenza e saggezza continueranno a crescere. Senza il timore del Signore, ci priviamo di questo tesoro di saggezza e conoscenza di Dio. La speranza della Bibbia per tutti si traduce in versi 7: "Tutta la conoscenza inizia con reverenza per il Signore."

Nelle classiche "Il vento nei salici" i bambini di Kenneth Graham sono i personaggi principali - ratto e Mole - alla ricerca di un bambino lontra e inciampano nella presenza di Dio.

All'improvviso la talpa provò una grande riverenza, trasformando i suoi muscoli in acqua, piegando la testa e radicando i piedi nel terreno. Non era in preda al panico, si sentiva tranquillo e felice. "Ratto," sussurrò di nuovo, tremando, "Hai paura?" "Paura?" Borbottava Rat, gli occhi pieni di un amore indescrivibile. "Paura! Di fronte a lui? Mai, mai! Eppure ... oh talpa, sono spaventato! "Poi i due animali chinarono la testa a terra e pregarono.

Se anche tu vuoi sperimentare Dio con questa umiltà ed essere fantastico, allora la buona notizia è che puoi. Ma non provare a farlo da solo. Chiedi a Dio di mettere questa paura in te (Phil2,12-13). Prega per questo ogni giorno. Medita sui miracoli di Dio. Dio e la sua creazione sono miracolosi. Il timore del Signore è la nostra reazione ad esso quando ci rendiamo conto di chi è veramente Dio e quando vediamo l'enorme differenza tra noi stessi e Dio. Ti lascerà senza parole.

di Gordon Green


pdfLe miniere del re Salomone 17