Preghiera grata

646 preghiera per gratitudine A volte mi ci vuole un grande sforzo per alzarmi per pregare, specialmente ora che siamo bloccati durante la pandemia di corona e non possiamo più svolgere le nostre routine quotidiane per molto tempo. Trovo persino difficile ricordare che giorno della settimana sia. Allora cosa si può fare quando il rapporto con Dio e soprattutto la vita di preghiera soffre di indolenza o - lo ammetto - di svogliatezza?

Non sono un'esperta di preghiera, e infatti spesso trovo difficile pregare. Per poter anche trovare un inizio, prego spesso i primi versetti come da questo salmo: «Lodate il Signore, anima mia, e ciò che è in me, il suo santo nome! Loda il Signore, anima mia, e non dimenticare quanto bene ti ha fatto: che ti perdona tutti i tuoi peccati e guarisce tutti i tuoi mali» (Salmo 103,1-3).

Questo mi aiuta. Proprio all'inizio del Salmo, però, mi sono chiesto: con chi sta parlando Davide qui? In alcuni salmi Davide si rivolge direttamente a Dio, in altri casi si rivolge alle persone e dà istruzioni su come dovrebbero comportarsi nei confronti di Dio. Ma qui Davide dice: Loda il Signore, anima mia! Così Davide parla a se stesso e si esorta a lodare e lodare Dio. Perché deve dire alla sua anima cosa fare? È perché gli manca la motivazione? La maggior parte delle persone crede che parlare da soli sia il primo segno di malattia mentale. Tuttavia, secondo questo salmo, si tratta più di salute spirituale. A volte abbiamo bisogno di persuaderci bene per motivarci ad andare avanti.

Per fare questo, David ricorda quanto meravigliosamente Dio lo abbia benedetto. Ci aiuta a riconoscere la bontà generosa di Dio attraverso Gesù e le tante benedizioni che abbiamo ricevuto. Questo ci riempie di desiderio di adorarlo e lodarlo con tutta l'anima.

Chi è colui che perdona tutti i nostri peccati e ci guarisce da tutte le malattie? Solo Dio può essere. Queste benedizioni vengono da lui. Nel suo amore misericordioso e compassionevole, perdona i nostri misfatti, il che è davvero un motivo per lodarlo. Ci guarisce perché si prende cura di noi con compassione e generosità. Ciò non significa che tutti e in tutti i casi saranno guariti, ma quando guariamo, è gentile con noi e ci riempie di grande gratitudine.

A causa della pandemia, mi è diventato chiaro quanto sia a rischio la salute di tutti noi. Questo ha un impatto sulla mia vita di preghiera: ringrazio Dio per la mia salute e la nostra, per la guarigione dei malati, e anche quando i cari o la gioia sono morti, lodo Dio per la loro vita sapendo che i loro peccati sono perdonati attraverso . Di fronte a queste cose, sento una forte motivazione a pregare dove prima ero così svogliato. Spero che questo possa ispirare anche voi a pregare.

di Barry Robinson