Le miniere di re Salomone (parte 16)

Poco fa, ho visitato la casa dei miei genitori e la mia scuola. I ricordi tornarono e io desideravo ardentemente i bei vecchi tempi. Ma questi giorni sono finiti. L'asilo ha iniziato e si è fermato di nuovo. Laurea significava dire addio e dare il benvenuto a nuove esperienze di vita. Alcune di queste esperienze erano eccitanti, altre piuttosto dolorose e persino spaventose. Ma se buono o cattivo, breve o lungo, ho imparato una cosa: rimanere sul sentiero, perché i cambiamenti coinvolti sono una parte naturale della nostra vita.

Anche il concetto di viaggio è centrale nella Bibbia. La Bibbia descrive la vita come un percorso con tempi ed esperienze di vita differenti che hanno un inizio e una fine. La Bibbia parla di camminare qui. Noè ed Enoc camminarono con Dio (1. Mose 5,22-24; 6,9). Quando Abramo aveva 99 anni, Dio gli disse di camminare davanti a lui (1. Mosè 17,1). Molti anni dopo, gli israeliti uscirono dalla schiavitù egiziana verso la terra promessa.

Nel Nuovo Testamento, Paolo esorta i cristiani a vivere degnamente nella vocazione a cui sono chiamati (Efesini 4,1). Gesù ha detto che lui stesso è la via e ci invita a seguirlo. I primi credenti si definivano seguaci della nuova via (Atti degli Apostoli 9,2). È interessante che la maggior parte dei viaggi descritti nella Bibbia abbiano a che fare con il camminare con Dio. Perciò: cammina al passo con Dio e cammina con lui nella tua vita.

La Bibbia attribuisce grande importanza all'essere in movimento. Non deve quindi stupirci che a questo tema sia dedicato un detto ben noto: «Confida nel Signore con tutto il tuo cuore, e non fare affidamento sulla tua intelligenza, ma ricordati di Lui in tutte le tue vie, ed Egli ti guiderà rettamente . » (detti 3,5-6)

"Affidati al Signore con tutto il tuo cuore", scrisse Salomone nel versetto 5, "e non fare affidamento sulla tua mente" e "in tutti i tuoi modi" ricordalo. Modi qui significa viaggiare. Tutti noi abbiamo i nostri viaggi personali, questi sono viaggi in questo grande viaggio della vita. Viaggi che si incrociano con i viaggi di altre persone. Il viaggio implica il cambiamento delle relazioni e dei tempi di malattia e salute. Il viaggio inizia e il viaggio finisce.

Nella Bibbia sentiamo parlare di molti viaggi personali di persone, come Mosè, Giuseppe e David. L'apostolo Paolo stava andando a Damasco di fronte al Gesù risorto. In pochi istanti, la direzione del viaggio della sua vita è cambiata drammaticamente - in più di un modo. Questo è il modo in cui alcuni viaggiano. Non lo pianifichiamo. Ieri c'era ancora una direzione e oggi tutto è cambiato, Paul ha iniziato il suo viaggio come un veemente oppositore della fede cristiana piena di amarezza e odio e volontà di distruggere la cristianità. Ha concluso il suo viaggio non solo come cristiano, ma come uomo che ha diffuso la buona novella di Cristo nel mondo in molti viaggi diversi e stimolanti. E il tuo viaggio? Dove stai andando?

Il cuore e non la testa

Nel sesto versetto troviamo una risposta a questo: "ricorda". La parola ebraica jada significa conoscere o conoscere. È una parola di grande importanza e include conoscere qualcuno attraverso l'osservazione, la riflessione e l'esperienza. Il contrario sarebbe quello di conoscere qualcuno attraverso una terza parte. È la differenza tra la relazione dello studente con la materia che sta studiando - e la relazione tra i coniugi. Questa conoscenza di Dio non si trova principalmente nella nostra testa, ma soprattutto nel nostro cuore.

Quindi Salomone dice che conoscerai Dio (jada) se segui il tuo percorso di vita con lui. Questo obiettivo è sempre durante e riguarda la conoscenza di Gesù in questo viaggio e la commemorazione di Dio in tutti i modi. In tutti i viaggi pianificati e non, in viaggi che si rivelano un vicolo cieco perché hai preso la direzione sbagliata. Gesù vorrebbe accompagnarvi nei cammini quotidiani della vita normale ed esservi amico.

Come otteniamo tale conoscenza da Dio? Perché non imparare da Gesù e trovare un posto tranquillo, lontano dai pensieri e dalle cose della giornata, dove trascorrere del tempo davanti a Dio giorno dopo giorno, e perché non spegnere la televisione o il cellulare per mezz'ora? Prenditi del tempo per stare solo con Dio, ascoltarlo, riposare in lui, riflettere e pregarlo (Salmo 3 dic.7,7). Ti incoraggio a leggere Eph3,19 fatene la vostra personale preghiera di vita. Paolo prega per questo: «conoscere l'amore di Dio che sorpassa ogni conoscenza, per essere ricolmi di tutta la pienezza di Dio.

“Salomone dice che Dio ci guiderà. Tuttavia, ciò non significa che il percorso che intraprendiamo con Dio sarà facile, senza dolore, sofferenza e insicurezza. Anche nei momenti difficili, Dio ti nutrirà, ti incoraggerà e ti benedirà attraverso la Sua presenza e forza.

Di recente mia nipote mi ha chiamato nonno per la prima volta. Scherzosamente ho detto a mio figlio: “Era solo il mese scorso quando ero un adolescente. La scorsa settimana ero un padre e ora sono un nonno - dov'è rimasto il tempo? » La vita vola. Ma ogni parte della vita è un viaggio e qualunque cosa accada nella tua vita, è il tuo viaggio. Conoscere Dio in questo viaggio è il tuo obiettivo.

di Gordon Green


pdfLe miniere di re Salomone (parte 16)