miracoli di guarigione

397 cura miracolo Nella nostra cultura, la parola miracolo è spesso usata abbastanza alla leggera. Se, ad esempio, nell'estensione di una partita di calcio, una squadra riesce ancora a colpire l'obiettivo vincente sorprendentemente con un tiro deviato di 20-metro, allora alcuni commentatori televisivi potrebbero parlare di un miracolo. In una performance da circo, il regista annuncia una quadruplice performance miracolistica di un artista. Beh, è ​​altamente improbabile che si tratti di miracoli, ma piuttosto di intrattenimento spettacolare.

Un miracolo è un evento soprannaturale che va oltre le capacità intrinseche della natura, anche se CS Lewis sottolinea nel suo libro Miracoli che "i miracoli non ... infrangono le leggi della natura. “Quando Dio opera un miracolo, interferisce con i processi naturali in un modo che solo Lui può fare. Sfortunatamente, i cristiani a volte assumono idee sbagliate sui miracoli. Ad esempio, alcuni sostengono che ci sarebbero più miracoli se più persone credessero. Ma la storia mostra il contrario: sebbene gli israeliti abbiano sperimentato molti miracoli compiuti da Dio, mancavano di fede. Come altro esempio, alcuni sostengono che tutte le guarigioni sono miracoli. Tuttavia, molte guarigioni non si adattano alla definizione formale di miracoli: molti miracoli sono il risultato di un processo naturale. Se ci tagliamo le dita e vediamo come guarisce gradualmente, è stato un processo naturale che Dio ha dato al corpo umano. Il processo di guarigione naturale è un segno (una dimostrazione) della bontà di Dio nostro Creatore. Tuttavia, quando una profonda ferita è guarita all'istante, comprendiamo che Dio ha compiuto un miracolo: è intervenuto direttamente e soprannaturalmente. Nel primo caso abbiamo un segno indiretto e nel secondo un segno diretto - entrambi indicano la bontà di Dio.

Sfortunatamente, ci sono alcuni che abusano del nome di Cristo e persino falsi miracoli per creare un seguito. Questo a volte può essere visto nei cosiddetti "servizi di guarigione". Una pratica così abusiva di guarigione miracolosa non si trova nel Nuovo Testamento. Invece, riferisce i servizi di adorazione sulle questioni fondamentali della fede, della speranza e dell'amore per Dio che i credenti cercano per la salvezza, che hanno imparato dalla predicazione del Vangelo. Tuttavia, l'abuso di miracoli non dovrebbe ridurre il nostro apprezzamento per i veri miracoli. Lascia che ti parli di un miracolo che posso testimoniare. Mi ero unito alle preghiere di molti altri che pregavano per una donna il cui tumore maligno le aveva già mangiato alcune costole. Era sottoposta a cure mediche e quando fu unta chiese a Dio un miracolo di guarigione. Il risultato è stato che il cancro non è stato più diagnosticato e le sue costole sono ricresciute! Il suo dottore le disse che era un miracolo e che avrebbe dovuto continuare qualunque cosa avesse fatto ». Gli spiegò che non era per quello che stava facendo, ma che era la benedizione di Dio. Alcuni potrebbero sostenere che le cure mediche hanno fatto sparire il cancro e che le costole sono ricresciute da sole, il che è del tutto possibile. Solo che ci sarebbe voluto molto tempo, ma le sue costole furono ripristinate molto rapidamente. Poiché il suo dottore "non ha potuto spiegare il rapido recupero", concludiamo che Dio è intervenuto e ha compiuto un miracolo.

La credenza nei miracoli non è necessariamente diretta contro le scienze naturali e la ricerca di spiegazioni naturali non indica necessariamente una mancanza di fede in Dio. Quando gli scienziati fanno un'ipotesi, controllano gli errori. Se non si rilevano errori nelle indagini, allora si parla dell'ipotesi. Pertanto, non consideriamo immediatamente la ricerca di una spiegazione naturale di un evento miracoloso come rifiuto della credenza nei miracoli.

Abbiamo pregato tutti per la guarigione dei malati. Alcuni furono miracolosamente guariti all'istante, mentre altri guarirono naturalmente. Nei casi di guarigioni miracolose, non dipendeva da chi o quanti avevano pregato. L'apostolo Paolo non fu guarito dalla sua "spina nella carne", sebbene avesse pregato per questo tre volte. Ciò che conta per me è questo: quando preghiamo per un miracolo di guarigione, lo lasciamo nella nostra fede alla decisione di Dio se, quando e come guarirà. Confidiamo che faccia ciò che è meglio per noi perché sappiamo che nella sua saggezza e gentilezza tiene conto di fattori che non possiamo riconoscere.

Pregando per la guarigione di una persona malata, mostriamo uno dei modi in cui mostriamo amore e compassione verso i bisognosi e ci colleghiamo a Gesù nella sua fedele intercessione come nostro mediatore e sommo sacerdote. Alcuni hanno frainteso l'istruzione di Giacomo 5,14, che li esita a pregare per un malato, supponendo che solo gli anziani della chiesa siano autorizzati a farlo, o che la preghiera di un anziano sia in qualche modo più efficace di le preghiere di amici o parenti. Apparentemente, James intendeva che ordinando ai parrocchiani di chiamare gli anziani per ungere i malati, divenne chiaro che gli anziani dovevano servire come servitori per i bisognosi. Gli studiosi biblici vedono l'istruzione dell'apostolo Giacomo come un riferimento all'invio dei discepoli da parte di Gesù in gruppi di due (Marco 6,7), questi "cacciarono molti spiriti malvagi e unse molti malati con olio e li resero sani" (Marco 6,13). [1]

Quando preghiamo per la guarigione, non dovremmo pensare che sia nostro compito in qualche modo spostare Dio ad agire sulla Sua misericordia. La bontà di Dio è sempre un dono generoso! Perché allora prega? Attraverso la preghiera partecipiamo al lavoro di Dio nella vita di altre persone, così come nelle nostre vite, mentre Dio ci prepara per quello che farà secondo la sua compassione e saggezza.

Permettetemi di darvi un suggerimento di considerazione: se una persona vi chiede supporto di preghiera per un problema di salute e desidera che rimanga confidenziale, allora quella richiesta dovrebbe essere sempre rispettata. Non si dovrebbe essere tentati di credere che le "possibilità" di una cura siano in qualche modo proporzionali al numero di persone che pregano per essa. Un simile presupposto non viene dalla Bibbia, ma da un modo di pensare magico.

Ogni volta che consideriamo la guarigione, dobbiamo ricordare che Dio è colui che guarisce. A volte guarisce attraverso un miracolo e altre volte guarisce naturalmente, che è già contenuto nella sua creazione. In ogni caso, ogni onore gli è dovuto. In Filippesi 2,27, l'apostolo Paolo ringrazia Dio per la sua misericordia per il suo amico e collaboratore Epaphroditus, che era malato terminale prima che Dio lo guarisse. Paolo non menziona un servizio di guarigione o una persona speciale con poteri speciali (A sua volta incluso). Invece, Paolo elogia semplicemente Dio per aver guarito il suo amico. Questo è un buon esempio che dovremmo seguire.

A causa del miracolo di cui sono stato testimone e di un altro che ho imparato dagli altri, sono convinto che Dio stia ancora guarendo al momento attuale. Quando siamo malati, abbiamo la libertà di chiedere a qualcuno in Cristo di pregare per noi, di chiamare gli anziani della nostra chiesa, di ungere noi stessi con olio e di pregare per la nostra guarigione. Quindi è nostra responsabilità e nostro privilegio pregare per gli altri, chiedendo a Dio di guarire, se è la sua volontà, quelli di noi che sono malati e sofferenti. In ogni caso, contiamo sulla risposta di Dio e sugli orari.

In ringraziamento per le guarigioni di Dio,

Joseph Tkach

presidente
GRACE COMMUNION INTERNATIONAL


pdfmiracoli di guarigione