Le miniere di re Salomone (parte 15)

Proverbi 18,10 afferma: "Il nome del Signore è una fortezza; il giusto si reca lì ed è protetto. "Che cosa significa? Come può il nome di Dio essere una fortezza? Perché Salomone non ha scritto che Dio stesso è una fortezza? Come possiamo correre ed essere protetti dal nome di Dio?

I nomi sono importanti in ogni società. Un nome dice molto su una persona: il genere, l'origine etnica e forse anche la posizione politica dei genitori o il loro idolo pop nel momento in cui è nato il loro bambino. Alcuni hanno un soprannome che dice anche qualcosa su quella persona - chi e cosa sia quella persona. Per le persone che vivevano nell'antico Vicino Oriente, il nome di un umano era di particolare importanza; così anche con gli ebrei. I genitori hanno riflettuto molto sul nome del loro bambino e hanno pregato su di esso nella speranza che il loro bambino realizzasse il loro nome o il loro nome. Anche i nomi sono importanti per Dio. Sappiamo che a volte cambiava il nome di una persona se lui o lei aveva avuto esperienze che cambiavano la vita. I nomi ebraici erano spesso una breve descrizione della persona, indicando in tal modo chi è questa persona o lo sarà. Ad esempio, il nome Abram divenne Abraham (padre di molti popoli) in modo che potesse dire di essere il padre di molti e che Dio agisse attraverso di lui.

Un aspetto del carattere di Dio

Dio usa anche i nomi ebraici per descrivere se stesso. Ciascuno dei suoi nomi è una descrizione di un aspetto del suo carattere e identità. Descrivono chi è, cosa ha fatto e sono allo stesso tempo una promessa per noi. Ad esempio, uno dei nomi di Dio, Yahweh Shalom, significa "Il Signore è pace" (Ri 6,24). Lui è il Dio che ci porta la pace. Hai paure? Sei inquieto o depresso? Allora puoi sperimentare la pace perché Dio stesso è la pace. Se il Principe della Pace vive in te (Jes 9,6, Eph 2,14), viene in tuo aiuto. Cambia le persone, libera le tensioni, cambia le circostanze difficili e riporta i tuoi sentimenti e pensieri a riposo.

In 1. Moses 22,14 si definisce Dio Yahweh Jireh "il Signore vede". Possono venire a Dio e contare su di lui. In molti modi, Dio vuole che tu sappia che conosce i tuoi bisogni e vuole allattarli al seno. Devi solo chiederglielo. Torna ai Proverbi 18,10: Salomone dice che lì tutto ciò che viene espresso su Dio attraverso il suo nome - la sua pace, la sua eterna fedeltà, la sua grazia, il suo amore - è come una fortezza per noi. I castelli sono stati costruiti per migliaia di anni per proteggere la popolazione locale dai loro nemici. Le pareti erano molto alte e quasi inespugnabili. Quando gli invasori hanno invaso il paese, le persone sono fuggite dai loro villaggi e campi verso il castello perché sapevano che erano al sicuro e al sicuro. Salomone scrive che i giusti corrono verso Dio. Non camminarono lì comodamente, ma non persero tempo a correre verso Dio e ad essere al sicuro con lui. Schermato significa essere protetto e al riparo dagli attacchi.

Tuttavia, si potrebbe sostenere che ciò si applica solo alle persone "giuste". Quindi pensieri come "Non sono abbastanza bravo. Io non sono così santo. Faccio tanti errori. I miei pensieri sono impuri ... "Ancora un altro nome per Dio è Yahweh Tsidekenu" Il Signore nostra giustizia "(Jer 33,16). Dio ci fornisce la Sua giustizia attraverso Gesù Cristo, che è morto per i nostri peccati, "che in Lui possiamo diventare la giustizia di Dio" (2, Kor 5,21). Pertanto, non dobbiamo sforzarci di fare la nostra giustizia, perché siamo giustificati dal sacrificio di Gesù se lo rivendichiamo per noi stessi. Pertanto, in tempi di incertezza e ansia, puoi anche avanzare con passi coraggiosi, anche allora, soprattutto se non ti senti giusto.

Garanzia errata

Facciamo un tragico errore quando andiamo in un posto sbagliato in cerca di sicurezza. Il prossimo versetto di Proverbi ci avverte: "Il ricco è come una città solida per lui e un alto muro gli sembra". Questo vale non solo per il denaro, ma per tutto ciò che sembra aiutarci, le nostre preoccupazioni, paure e Abbattere lo stress quotidiano: alcol, droghe, carriera, una persona specifica. Salomo sottolinea - e per sua stessa esperienza lo sa fin troppo bene - che tutte queste cose forniscono solo una falsa sicurezza. Tutto tranne Dio, che speriamo in sicurezza, non sarà mai in grado di darci ciò di cui abbiamo veramente bisogno: Dio non è una vaga idea impersonale. Il suo nome è Padre e il suo amore è infinito e incondizionato. Con lui puoi condurre una relazione personale e amorevole. Mentre attraversi momenti difficili, chiamalo con la profonda certezza che ti guiderà "per il suo nome" (Ps 23,3). Chiedigli di insegnarti a capire chi è.

Molti anni fa, quando i miei figli erano molto giovani, c'era una grande tempesta di notte. Un colpo di fulmine era vicino a casa nostra, quindi abbiamo finito l'elettricità. I bambini erano terrorizzati. Mentre il fulmine sibilava intorno a loro nell'oscurità e il tuono rimbombava, ci chiamarono e corsero più veloci che potevano per noi. Abbiamo trascorso questa notte come una famiglia nel nostro letto matrimoniale e mia moglie e io tenevamo saldamente i nostri bambini tra le nostre braccia. Si addormentarono rapidamente, confidando che tutto sarebbe andato bene perché mamma e papà erano a letto con loro.

Indipendentemente da ciò che stai attraversando, puoi riposare alla presenza di Dio, confidando che sia con te e ti stringe tra le sue braccia. Dio si chiama Yahweh Shammah (Hes 48,35) e questo significa "Ecco il Signore". Non c'è posto dove Dio non sia con te. Era presente nel tuo passato, è alla tua presenza e sarà nel tuo futuro. Lui è con te nei momenti buoni e cattivi. Lui è sempre al tuo fianco. Corri da lui, per il suo nome.

di Gordon Green


pdfLe miniere di re Salomone (parte 15)