Cosa Dr. Faustus non lo sapeva

Quando hai a che fare con la letteratura tedesca, non puoi evitare la leggenda di Faust. Molti lettori del successore hanno appreso di questo importante argomento da Johann Wolfgang von Goethe durante i loro giorni di scuola (1749-1832) ascoltato. Goethe conosceva la leggenda di Faust attraverso spettacoli di marionette, che erano stati ancorati nella cultura europea come storie morali fin dal Medioevo. Nel 20 ° secolo, Thomas Mann, che vinse il premio Nobel, rianimò la storia dell'uomo che vendette la sua anima al diavolo. La leggenda di Faust e il patto del diavolo che lo accompagna (in inglese questo è anche chiamato affare faustiano) ha seguito l'idea del 20 ° Secolo, ad esempio nella resa al nazionalsocialismo nel 1933.

La storia di Faust è anche nella letteratura inglese. Il paroliere e drammaturgo Christopher Marlowe, intimo amico di William Shakespeare, ha scritto un testo a 1588 in cui un dr. Johannes Faust di Wittenberg, che si è stancato degli studi noiosi, conclude un patto con Lucifero: Faust consegna la sua anima al diavolo alla sua morte, quando in cambio soddisfa il suo desiderio ogni quattro anni. I temi principali nella versione romantica di Goethe sono la vittoria del tempo sul pugno umano, evitando di trovare tutte le verità e sperimentare una bellezza duratura. Il lavoro di Goethe ha ancora un posto fisso nella letteratura tedesca oggi.

Will Durant lo descrive come segue:
“Certo, Faust è lo stesso Goethe, anche se entrambi avevano sessant'anni. All'età di sessant'anni, come Goethe, era entusiasta della bellezza e della grazia. La sua doppia ambizione per la saggezza e la bellezza era ancorata nell'anima di Goethe. Questa ipotesi sfidò gli dei vendicatori e tuttavia era nobile. Faust e Goethe hanno entrambi detto "sì" alla vita, mentalmente e fisicamente, filosoficamente e allegramente ". (Storia della cultura umana. Rousseau e la rivoluzione francese)

Una superficialità fatale

La maggior parte dei commentatori prende atto dell'arrogante supposizione di Faust secondo cui ha poteri divini. Marlowes La tragica storia del dottor Faust inizia con il fatto che il personaggio principale è la conoscenza che ha attraverso le quattro scienze (Filosofia, medicina, legge e teologia) ha disprezzato. Wittenberg era, ovviamente, il posto in cui stare vicino a Martin Lutero e le sfumature che risuonano non possono essere mancate. Una volta la teologia era considerata la "scienza della regina". Ma che cosa stupida credere di aver assorbito tutta la conoscenza che potrebbe essere insegnata. La mancanza di profondità di intelletto e spirito dissuade molti lettori da questa storia all'inizio.

La lettera di Paolo ai romani, che Lutero considerava la sua dichiarazione di libertà religiosa, si distingue qui: "Da quando si sono considerati saggi, sono diventati sciocchi" (Romani 1,22). Più tardi Paolo scrive delle profondità e delle ricchezze da sperimentare quando si cerca Dio: “Oh che profondità di ricchezza, sia la saggezza che la conoscenza di Dio! Quanto incomprensibili sono i suoi piatti e i suoi percorsi oltre l'esplorazione! Perché "chi ha riconosciuto il significato del Signore o chi era il suo consigliere?" (Romani 11,33-34).

Eroe tragico

C'è una profondità e la cecità fatale nel Faust, la media due volte l'angolo. Vuole il potere, più di tutte le ricchezze di questo mondo. Marlowe scrive quanto segue: "Gen India si eserciteranno volare a oro, scavare perle Des Oriente dal mare, sbirciando attraverso l'angolo tutto il Nuovo Mondo, dopo frutti deliziosi, delizioso principe morso, si dovrebbe leggere il mio nuovo la saggezza, svelare il re stranieri Gabinetto: "Faustus di Marlowe è stato scritto per il palcoscenico e mostra quindi l'eroe tragico che scoprire, esplorare, crescere e vuole scoprire i segreti del mondo conosciuto e sconosciuto, molto impressionante. Se comincia a voler esplorare la natura del cielo e l'inferno si rompe Mephisto, il messaggero di Lucifero, il venture con ab.Goethes tremanti versione poetica è contrassegnato dal Romanticismo in Europa e mostra quindi un più elegante pugno della presenza di Dio nella sua per trovare i propri sentimenti versucht.Er loda alla divinità come All-completa e All-Conservatorio creatura, perché per i critici sensazione alles.Viele di Goethe lodare la versione del Faust di Goethe 1808 come il miglior Dramaund il miglior poesia che ha portato la Germania mai prodotto ha. Mentre Faust viene trascinato all'inferno alla fine di Mephisto, questa storia è strappare tanta bellezza. Nel Marlowe, l'effetto drammatico dura più a lungo e si conclude con una morale. Durante lo spettacolo, Faust sentì il bisogno di tornare a Dio e ammettere i suoi errori davanti a lui e se stesso. Nel secondo atto Faust chiede se è troppo tardi per questo e l'angelo malvagio conferma questa paura. Tuttavia, l'angelo buono lo incoraggia e gli dice che non è mai troppo tardi per tornare a Dio. L'angelo malvagio risponde che il diavolo lo farebbe a pezzi se fosse tornato a Dio. Ma il buon angelo non si lascia andare così facilmente e gli assicura che se si rivolge a Dio non si arricciano i capelli. Allora Faust chiama l'anima più profonda, Cristo, come suo redentore e gli chiede di salvare la sua anima spezzata.

Poi Lucifero appare con un avvertimento e un'astuta distrazione per confondere il medico addestrato. Lucifero lo introduce ai sette peccati capitali: arroganza, avidità, invidia, rabbia, golosità, pigrizia e lussuria. Il Faustus di Marlowe è così distratto da questi piaceri carnali che lascia la via della conversione a Dio. Ecco la vera moralità della storia di Faust di Marlovo: il peccato di Faust non è solo la sua presunzione, ma soprattutto la sua superficialità spirituale. Per Dr. med. Kristin Leuschner della Rand Corporation descrive questa superficialità come la ragione della sua scomparsa, perché "Faustus non riesce a trovare un Dio che è abbastanza grande da perdonarlo per i suoi errori".

In vari punti della commedia di Marlowe, gli amici di Faust lo incoraggiano a tornare indietro, perché non è troppo tardi. Ma Faust è accecato dalla sua inesistente convinzione: il Dio della cristianità è in realtà più grande di quanto possa immaginare. È anche abbastanza grande da perdonare. Faust, che evitò la teologia, non conobbe uno dei principi più importanti della Bibbia: “Loro [il popolo] sono tutti peccatori e mancano della gloria che dovrebbero avere con Dio, e senza merito rendono giustizia alla sua grazia attraverso di loro Salvezza avvenuta attraverso Cristo Gesù " (Rom 3,23f). Il Nuovo Testamento riferisce che Gesù dovette scacciare sette demoni da una donna, e poi divenne una delle sue discepole più fedeli (Luca 8,32). Indipendentemente dalla traduzione della Bibbia che leggiamo, la mancanza di fede nella grazia di Dio è qualcosa che tutti noi sperimentiamo e tendiamo a creare la nostra immagine di Dio. Ma questo è troppo breve. Faust non si perdonerebbe, quindi come può un Dio onnipotente farlo? Questa è logica - ma è logica senza pietà.

Amnistia per i peccatori

Forse ognuno di noi è così una volta. Quindi dobbiamo prendere coraggio, perché il messaggio della Bibbia è chiaro. Qualsiasi tipo di peccato può essere perdonato - tranne che per lo Spirito Santo - e questa verità è nel messaggio della croce. Il messaggio della buona notizia è che il sacrificio che Cristo ha fatto per noi valeva molto più della somma di tutte le nostre vite e i nostri peccati che abbiamo mai commesso. Alcune persone non accettano l'offerta di perdono di Dio e quindi glorificano i loro peccati: "La mia colpa è così grande, troppo grande. Dio non può mai perdonarmi. "

Ma questo presupposto è sbagliato. Il messaggio della Bibbia significa grazia - grazia fino alla fine. La buona notizia del Vangelo è che l'amnistia celeste si applica anche ai peggiori peccatori. Paolo stesso scrive come tale: “È certamente vero e vale la pena credere che Cristo Gesù venne nel mondo per salvare i peccatori, tra i quali io sono il primo. Ma è per questo che ho ricevuto misericordia che Cristo Gesù dovrebbe essere il primo ad essere paziente, come esempio per coloro che dovrebbero credere in lui per la vita eterna ” (1 Tim 1,15: 16).

Paolo continua a scrivere: "Ma dove il peccato è diventato potente, la grazia è diventata molto più potente" (Romani 5,20). Il messaggio è chiaro: il cammino della grazia è sempre libero, anche per il peggior peccatore. Se il dott. Faust l'ha capito davvero.

di Neil Earle


pdfCosa Dr. Faustus non lo sapeva