Il miglior regalo di Natale

319 il miglior regalo di NataleOgni anno il 25. Dicembre, il cristianesimo celebra la nascita di Gesù, Figlio di Dio, nato dalla Vergine Maria. La Bibbia non contiene alcuna informazione sulla data esatta di nascita. La nascita di Gesù probabilmente non è avvenuta in inverno quando la celebriamo. Luca riferisce che l'imperatore Augusto ordinò che gli abitanti di tutto il mondo romano dovessero essere registrati negli elenchi delle tasse (Luca 2,1) e “ognuno si recava nella propria città per farsi ascrivere”, compresi Giuseppe e Maria, che erano incinte (Luca 2,3-5). Alcuni studiosi hanno datato il vero compleanno di Gesù all'inizio dell'autunno piuttosto che nel mezzo dell'inverno. Ma indipendentemente da quando è esattamente il giorno in cui è nato Gesù, vale sicuramente la pena celebrare la sua nascita.

25. Dicembre ci offre l'opportunità di ricordare un momento meraviglioso della storia umana: il giorno in cui è nato il nostro Salvatore. È importante ricordare che il compleanno di Cristo non finisce con la storia del Natale. Ogni anno della sua breve vita, terminata con la sua morte in croce, la sua risurrezione e la sua ascensione al cielo, Gesù trascorreva i suoi compleanni sulla terra. Anno dopo anno ha vissuto in mezzo a noi. Non è venuto solo per il suo primo compleanno, ha vissuto con noi come persona per tutta la vita. Era con noi ogni compleanno della sua vita.

Poiché Gesù Cristo è sia pienamente umano che totalmente Dio, sappiamo che ci comprende pienamente. Lui ci conosce dentro e fuori; Sa cosa vuol dire provare dolore, freddo e fame, ma anche gioia terrena. Respirava la stessa aria, camminava sulla stessa terra, aveva lo stesso corpo fisico di noi. La sua vita perfetta sulla terra è un modello di amore per tutti e cura i bisognosi e il servizio universale di Dio.

La migliore notizia della storia di Natale è questa: Gesù è presente ora! I suoi piedi non sono più sporchi e doloranti, perché il suo corpo è ora glorificato. Le cicatrici della croce sono ancora lì; le sue stimmate sono segni del suo amore per noi. Per la nostra fede di cristiani e per la nostra missione qui al GCI / WCG, è essenziale che noi abbiamo un avvocato e rappresentante in Gesù, che è nato come un uomo che ha vissuto come un uomo e morì come un uomo, per redimerci , La sua risurrezione ci dà la sicurezza che anche noi saremo risuscitati e accolti nella famiglia di Dio perché è morto per noi.

Uno dei passi dell'Antico Testamento che predice la nascita di Gesù si trova in Isaia 7,14: "Per questo il Signore stesso ti darà un segno: Ecco, una vergine è incinta e darà alla luce un figlio, che chiamerà Emmanuele". Emmanuel è ebraico e significa "Dio con noi", che ci ricorda chi è Gesù. È il Dio che è disceso, Dio in mezzo a noi, un Dio che conosce i nostri dolori e le nostre gioie.

Per me il regalo più grande di questo Natale è ricordarmi che Gesù è venuto una volta per tutte, e non solo per un compleanno. Ha vissuto come una persona come te e me. È morto come un essere umano in modo che possiamo avere la vita eterna attraverso di lui. Attraverso l'incarnazione (incarnazione) Gesù si è unito a noi. È diventato uno di noi così che potessimo essere nella famiglia di Dio con lui.

Questo è il cuore del nostro messaggio a Grace Communion International / WKG. Abbiamo speranza perché abbiamo Gesù, il Figlio di Dio che visse sulla terra come facciamo ora. La sua vita e gli insegnamenti ci guidano e la sua morte e risurrezione ci danno la salvezza. Siamo uniti l'un l'altro perché siamo in lui. Se sostenete GCI / WCG finanziariamente, in modo da sostenere la diffusione di questo Vangelo: noi siamo redenti da un Dio che ci ha amato da dare il suo unico Figlio per nascere come essere umano a vivere come un uomo, per noi morire la morte sacrificale per risorgere e offrirci una nuova vita in esso. Questa è la base per questo festival e il motivo per cui festeggiamo.

Spero che vi unirete a noi questo mese in modo che insieme celebriamo ciò a cui siamo costantemente invitati, cioè stabilire una relazione con un Dio che ci comprende. La nascita di Gesù è stato il nostro primo regalo di Natale, ma ora festeggiamo il compleanno di Cristo ogni anno perché è ancora con noi. Il suo Spirito Santo vive in tutti i suoi seguaci. Lui è sempre con noi.

Ti auguro un Natale benedetto in Cristo!

Joseph Tkach

Presidente
GRACE COMMUNION INTERNATIONAL


pdfIl miglior regalo di Natale