La vita redenta

585 la vita redenta Cosa significa essere un seguace di Gesù? Che cosa significa condividere nella vita redenta che Dio ci dà in Gesù attraverso lo Spirito Santo? Significa condurre un'autentica vita cristiana vera attraverso il nostro esempio, servendo altruisticamente ai nostri simili. L'apostolo Paolo va molto oltre: “Non sai che il tuo corpo è un tempio dello Spirito Santo che è in te e che hai da Dio e che non appartieni a te stesso? Perché sei cara comprato; perciò Dio loda con il tuo corpo » (1 Corinzi 6,19: 20).

Gesù ci ha redenti attraverso la sua opera di salvezza e ci ha acquisiti come sua proprietà. Avendo confermato questa verità attraverso la fede di Gesù Cristo, Paolo ci esorta a vivere questa verità, la nuova vita liberata dal peccato. L'apostolo Pietro ha avvertito che ci saranno falsi maestri: "Insidiosamente, faranno circolare insegnamenti settari che porteranno alla distruzione e rinunceranno così al signore e al sovrano che li hanno acquistati per la proprietà". (2 Pietro 2,1). Fortunatamente, questi falsi insegnanti non hanno assolutamente alcun potere per invertire la realtà di chi è Gesù e di ciò che ha fatto per noi. «Gesù Cristo si è dato per noi per redimerci da ogni ingiustizia e purificare se stesso da un popolo alla proprietà che sarebbe desideroso di fare buone opere» (Tito 2,14). Questa purificazione, che viene da Gesù attraverso il continuo servizio dello Spirito Santo, ci consente di vivere la vita redenta in Gesù Cristo.

Peter spiega: "Perché tu sai che non sei redento con argento o oro transitorio dal tuo futile cambiamento nel modo dei padri, ma con il costoso sangue di Cristo come innocente e immacolato agnello" (1 Pietro 1,18: 19).

Questa conoscenza ci consente di comprendere appieno l'importanza dell'Incarnazione di Gesù. L'Eterno Figlio di Dio venne da noi in forma umana dopo aver accettato la nostra natura umana, che poi trasformò e ora condivide con noi attraverso lo Spirito. Ci permette di vivere davvero la vita redenta.

La riconciliazione attraverso Gesù è il centro del piano di Dio per l'umanità. La rinascita o "nascere dall'alto" è l'opera redentrice che Gesù compì e che viene elaborato in noi dallo Spirito Santo.

«Ma quando è apparsa la gentilezza e l'amore delle persone di Dio nostro Salvatore, ci ha resi felici - non per il bene delle opere che avremmo fatto nella giustizia, ma dopo la sua misericordia - attraverso il bagno di rinascita e rinnovamento nello Spirito Santo, che egli ha sopra ci ha riversati in abbondanza attraverso Gesù Cristo, il nostro Salvatore, in modo che, per sua grazia, possiamo essere eredi dopo la speranza della vita eterna » (Tito 3,4-7).

Attraverso lo spirito intrinseco, siamo in grado di condividere l'umanità di Gesù. Ciò significa che condividiamo la sua filiazione e amicizia e comunione con il Padre attraverso lo Spirito Santo. I primi Padri della Chiesa affermarono così: "Gesù, che era per natura il Figlio di Dio, divenne un Figlio dell'uomo, così che noi, per natura che siamo figli dell'uomo naturale, potremmo diventare Figli di Dio".

Se ci arrendiamo all'opera di Gesù e allo Spirito Santo e gli diamo la vita, nasceremo in una nuova vita che è già stata elaborata per noi nell'umanità di Gesù. Questa rinascita non solo ci introduce nella famiglia di Dio in senso legale, ma attraverso la nostra rinascita spirituale condividiamo la stessa umanità di Cristo. Lo facciamo attraverso il continuo servizio dello Spirito Santo. Paolo così: «Pertanto: se qualcuno è in Cristo, è una nuova creatura; il vecchio è passato, vedi, il nuovo è diventato » (2 Corinti 5,17).
Siamo appena creati in Cristo e ci viene data una nuova identità. Quando riceviamo e rispondiamo al servizio dello spirito interiore, nasciamo dall'alto. In questo modo diventiamo figli di Dio che condividono la stessa umanità di Cristo attraverso lo Spirito Santo. Ecco come lo scrisse Giovanni nel suo vangelo: "Ma quelli che lo hanno accettato e hanno creduto in lui, ha dato loro il diritto di diventare figli di Dio. Non sono diventati così perché appartenevano a un popolo eletto, nemmeno attraverso la generazione e la nascita umana. Dio ha dato loro questa nuova vita da soli » (Giovanni 1,12: 13 speranza per tutti).

Nascendo dall'alto e accettati come figli di Dio, possiamo vivere la nuova relazione riconciliata con Dio, la vita redenta in Cristo. Ciò che Gesù ha fatto per noi come Figlio di Dio e Figlio dell'Uomo opera in noi, affinché attraverso la grazia diventiamo figli di Dio nel nostro stato di essere. Dio è colui che mette i credenti in questa rinnovata relazione con se stessi - in una relazione che ci influenza alle radici stesse del nostro essere. Così Paolo formulò questa sorprendente verità: «Perché non hai ricevuto uno spirito di schiavitù che dovresti temere di nuovo; ma hai ricevuto uno spirito d'infanzia attraverso il quale chiamiamo: Abba, caro padre! Lo Spirito stesso testimonia al nostro Spirito che siamo figli di Dio » (Romani 8,15-16).

Questa è la verità, la realtà della vita redenta. Celebriamo il suo glorioso piano di salvezza e lodiamo con gioia il nostro Dio Uno, Trino, Padre, Figlio e Spirito Santo.

di Joseph Tkach