Quando è nato Gesù?

Durante la stagione dell'Avvento, la maggior parte delle parrocchie sono in un conto alla rovescia per la festa di compleanno di Gesù: contano i giorni fino a Natale. Non è raro ascoltare discussioni in questo periodo dell'anno su 24. Dicembre è il giorno giusto per celebrare la nascita di Gesù Cristo e se è appropriato celebrare quel giorno. La ricerca per l'esatto anno, mese e giorno della nascita di Gesù non è nuova. I teologi hanno avuto a che fare con questo per circa duemila anni e qui ci sono alcune delle loro idee.

  • Clemente di Alessandria (circa 150-220) nominò varie possibili date, tra cui il 18 novembre, il 6 gennaio e il giorno di Pasqua, che dipendevano dall'anno 21 marzo, 24/25 aprile o 20 maggio.
  • Sisto Iulias Africanus (circa 160-240) chiamato il 25 marzo.
  • Ippolito di Roma (170-235), discepolo di Ireneo, menzionò due giorni diversi nel suo commento sul libro di Daniele: “La prima apparizione di nostro Signore in carne ebbe luogo a Betlemme otto giorni prima del calendario di gennaio (25 dicembre) il quarto giorno (Mercoledì), tenuto sotto il dominio di Augusto nel 5500. ”In un altro documento e in un'iscrizione di una statua di Ippolito, il 2 aprile è data come data.
  • Secondo lo storico ebreo Flavio Giuseppe, alcuni collocano la nascita di Gesù nel periodo 12. Da marzo a 11. Aprile dell'anno 4 prima di Cristo, poiché Cristo nacque prima della morte di Erode.
  • John Chrysostom (intorno al 347-407) nominata il 25 dicembre come data di nascita.
  • Nei calcoli di Passione, un'opera anonima di probabile origine nordafricana, la 28. Chiamato a marzo.
  • Agostino (354-430) scrive in De Trinitate che “si ritiene che sia stato ricevuto il 25 marzo. Il giorno in cui ha sofferto ed è nato il 25 dicembre secondo la tradizione ”.
  • Gli ebrei messianici nominano diversi possibili compleanni. Le considerazioni più rappresentative si basano sui servizi sacerdotali (più precisamente: "dall'ordine Abija" (Luca 1,5). Questo approccio li porta a legare la nascita di Gesù al Sukkot / Tabernacle Festival. La sua circoncisione ebbe luogo l'ottavo giorno dei festeggiamenti.

È interessante ipotizzare che Gesù nacque durante la Pasqua o la festa dei tabernacoli (o ricevuto). Mi piace l'idea che Gesù abbia compiuto l'opera dell'angelo della morte quando è avvenuta durante la Pasqua. Ci sarebbe una simmetria soddisfacente nel suo arrivo se fosse concepito o nato durante la festa dei tabernacoli. Tuttavia, non ci sono prove sufficienti per essere certi in quale giorno Gesù venne sulla terra, ma forse si può fare una buona stima con le poche prove a nostra disposizione.

In Luca 2,1-5 si legge che l'imperatore Augusto ha adottato una decisione sulla tassazione dell'Impero Romano e quindi ognuno dovrebbe tornare alla sua città a pagare questa tassa. Giuseppe e Maria tornarono anche a Betlemme, il luogo di nascita di Gesù. Si deve presumere che tale censimento non si sia svolto in nessun momento della storia. Dopotutto, non avrebbe dovuto essere d'accordo con la stagione del raccolto. Si può anche presumere che un tale conteggio non sarebbe stato prescritto in inverno se il tempo rendesse il viaggio più difficile. Il terreno è stato ordinato in primavera. Può essere che l'autunno, dopo la stagione della mietitura, fosse un momento per un tale censimento e quindi il tempo per la nascita di Gesù. Tuttavia, dai testi biblici non è chiaro per quanto tempo Maria e Giuseppe rimasero a Betlemme. Forse Gesù nacque diverse settimane dopo il censimento. In definitiva, non possiamo determinare con certezza la data di nascita di Gesù. I mocker si aggrappano a questa incertezza e affermano che tutto è solo un mito e che Gesù non è mai esistito. Ma anche se la data di nascita di Gesù non può essere nominata chiaramente, la sua nascita si basa su eventi storicamente verificabili.

Lo scienziato biblico FF Bruce dice quanto segue sui dubbiosi:
“Alcuni scrittori pensano al mito di Cristo, ma non a causa di prove storiche. La storicità di Cristo è assiomatica, cioè non è né dimostrabile né richiede prove, proprio come la storicità di Giulio Cesare. Non sono gli storici a propagare il mito di Cristo " (in I documenti del Nuovo Testamento, p. 123).

Il popolo dei tempi di Gesù sapeva dalle profezie quando aspettarsi il Messia. Ma né le profezie né i vangeli stabiliscono una data esatta per l'arrivo del Messia, anche se gli storici moderni lo vogliono. L'obiettivo della Bibbia non è dirci l'ora esatta, perché può "insegnarti ad essere beatificato dalla fede in Cristo Gesù" (2 Timoteo 3,15).

L'obiettivo principale degli scrittori del Nuovo Testamento non è il giorno della nascita di Gesù, ma che Dio Padre ha mandato il proprio figlio al momento giusto nella storia sulla terra per redimere la sua promessa e portare la salvezza.

L'apostolo Paolo disse:
"Ma quando il tempo fu compiuto, Dio mandò suo figlio, nato da una donna e messo sotto la legge in modo da poter redimere coloro che erano sotto la legge in modo da poter avere un figlio" (Galati 4,4-5). Nel Vangelo di Marco leggiamo: “Dopo che Giovanni fu imprigionato, Gesù venne in Galilea e predicò il vangelo di Dio e disse: Il tempo è stato adempiuto e il regno di Dio è venuto. Pentiti e credi nel Vangelo! " (Marco 1,14-15).

La conoscenza della data esatta della nascita di Cristo è storicamente interessante, ma completamente irrilevante dal punto di vista teologico. Dobbiamo solo sapere che è successo e perché è nato. A queste domande viene data una risposta chiara dalla Bibbia. Teniamo questo look per la stagione dell'Avvento e non ci concentriamo su piccoli dettagli.

di Joseph Tkach


pdfQuando è nato Gesù?