Fonte di acqua viva

549 fonte di acqua viva Anna, una donna di mezza età, è tornata a casa dopo una giornata stressante al lavoro. Viveva da sola nel suo minuscolo e modesto appartamento. Si sedette sul divano consunto. Ogni giorno era uguale. "La vita è così vuota" pensò disperata. "Sono tutto solo."
In un sobborgo elegante, Gary, un uomo d'affari di successo, sedeva sulla sua terrazza. Tutto sembrava ok dall'esterno. Tuttavia, mancava qualcosa. Non poteva dire quello che gli mancava. Sentì un vuoto interiore.
Persone diverse Circostanze diverse Lo stesso problema Le persone non possono trovare la vera soddisfazione da persone, proprietà, passatempi o piacere. Per loro, la vita è come il centro di una ciambella - vuota.

Alla Fontana di Giacobbe

Gesù aveva lasciato Gerusalemme a causa della resistenza dei Farisei. Quando tornò nella provincia della Galilea, dovette passare attraverso Samaria, un'area evitata dagli ebrei. Gli assiri avevano conquistato Gerusalemme, gli israeliti furono deportati in Assiria e gli stranieri furono portati nell'area per mantenere la pace. C'era una mescolanza del popolo di Dio con i Gentili, che era disprezzato dai "puri ebrei".

Gesù aveva sete, il caldo di mezzogiorno aveva preso il sopravvento. Venne al pozzo di Giacobbe fuori dalla città di Sychar, da cui fu attinta l'acqua. Gesù incontrò una donna alla fontana e le chiese di dargli dell'acqua per iniziare una conversazione con lei. Tale comportamento era tabù tra gli ebrei. (Giovanni 4,7: 9) Questo perché era una donna samaritana disprezzata e una donna. Fu evitata a causa della sua cattiva reputazione. Aveva cinque mariti e viveva con un uomo ed era sola in un luogo pubblico. Uomini e donne non imparentati non si parlavano in luoghi pubblici.

Queste erano le restrizioni culturali che Gesù ignorò. Sentiva che aveva un difetto, un vuoto che non era stato colmato. Stava cercando sicurezza nelle relazioni umane, ma non riusciva a trovarla. Mancava qualcosa, ma non sapeva cosa fosse. Non aveva trovato la sua completezza tra le braccia di sei uomini diversi e probabilmente era stata maltrattata e umiliata da alcuni di loro. Le leggi sul divorzio hanno permesso a un uomo di "licenziare" una donna per motivi banali. Fu respinta, ma Gesù promise di placare la sua sete spirituale. Le disse che era il Messia atteso. Gesù le rispose e le disse: "Se riconosci il dono di Dio e chi è colui che ti dice: dammi da bere!, Glielo chiederai e ti darà acqua viva. Chiunque beva di quest'acqua avrà di nuovo sete; ma chi beve dell'acqua che gli darò non avrà mai sete per sempre, ma l'acqua che gli darò diventerà una fonte d'acqua in lui che si gonfia nella vita eterna » (Giovanni 4,10, 13-14).
Ha condiviso con entusiasmo la sua esperienza con le persone della sua città e molti hanno creduto in Gesù come il salvatore del mondo. Cominciò a comprendere e sperimentare questa nuova vita - che poteva essere completamente in Cristo. Gesù è la fonte dell'acqua viva: «Il mio popolo commette un doppio peccato: loro, la fonte vivente, mi lasciano e costruiscono cisterne che si spezzano e non trattengono l'acqua» (Geremia 2,13).
Anna, Gary e il samaritano hanno bevuto dal pozzo del mondo. L'acqua da quella non potrebbe riempire il vuoto nella sua vita. Anche i credenti possono sperimentare questo vuoto.

Ti senti vuoto o solo? C'è qualcuno o qualcosa nella tua vita che cerca di colmare il tuo vuoto? Ti manca gioia e pace nella tua vita? La risposta di Dio a questi sentimenti di vuoto è colmare il vuoto nella tua vita con la Sua presenza. Sono stati creati per una relazione con Dio. Sono stati creati per godere del sentimento di appartenenza, accettazione e apprezzamento da lui. Ti sentirai ancora incompleto se provi a colmare questa lacuna con qualcosa di diverso dalla sua presenza. Attraverso una continua relazione stretta con Gesù, troverai la risposta a tutte le sfide della vita. Non ti deluderà. Il suo nome è su ciascuna delle sue molte promesse. Gesù è umano e Dio allo stesso tempo e come ogni amicizia che condividi con qualcun altro, ci vuole tempo perché si sviluppi una relazione. Ciò significa trascorrere del tempo insieme e condividere, ascoltare e parlare di tutto ciò che viene in mente. «Quanto è preziosa, o Dio, la tua grazia! Le persone cercano rifugio all'ombra delle tue ali. Possono godere della ricchezza della tua casa e tu dai loro da bere da un flusso di gioia. Con te è la fonte di tutta la vita, nella tua luce vediamo la luce » (Salmo 36,9).

di Owen Visagie