Stagno o fiume?

455 stagno o fiume

Da bambino, ho passato un po 'di tempo con i miei cugini nella fattoria della nonna. Siamo andati allo stagno e abbiamo cercato qualcosa di eccitante. Che cosa abbiamo lì per divertimento, abbiamo catturato le rane, abbiamo guadato nel fango e abbiamo scoperto alcuni viscidi abitanti. Gli adulti non erano sorpresi quando siamo tornati a casa macchiati di sporcizia naturale, a differenza di ciò che ci era rimasto.

Gli stagni sono spesso luoghi pieni di fango, alghe, piccole creature e tife. Gli stagni alimentati da una fonte di acqua dolce possono promuovere la vita e trasformarsi in acqua stagnante. Se l'acqua è ferma, manca l'ossigeno. Le alghe e le piante erbacee possono diventare al massimo. Al contrario, l'acqua dolce in un fiume che scorre può nutrire molte diverse specie di pesci. Se avessi bisogno di bere acqua, preferirei certamente il fiume e non lo stagno!

La nostra vita spirituale può essere paragonata a stagni e fiumi. Possiamo stare fermi, come uno stagno che è stantio e non si muove, che è blando e che soffoca la vita. O siamo freschi e vivi come un pesce nel fiume.
Per rimanere freschi, un fiume ha bisogno di una forte primavera. Quando la primavera si asciuga, il pesce muore nel fiume. Spiritualmente e fisicamente, Dio è la nostra fonte, dandoci vita e forza e costantemente rinnovandoci. Non dobbiamo preoccuparci che Dio abbia mai perso il suo potere. È come un fiume che scorre, forte e sempre fresco.

Nel Vangelo di Giovanni Gesù dice: «Chi ha sete, venga a me e beva! Chi crede in me, come dicono le Scritture, fiumi di acqua viva sgorgheranno dal suo corpo” (Giovanni 7,37-38).
Questo invito a venire a bere è il culmine di una serie di riferimenti all'acqua in questo vangelo: l'acqua è stata cambiata in vino (capitolo 2), l'acqua della rinascita (capitolo 3), l'acqua viva (capitolo 4), la purificazione l'acqua di Betesda (capitolo 5) e la calma dell'acqua (capitolo 6). Tutti indicano Gesù come l'agente di Dio che porta la graziosa offerta di vita di Dio.

Non è meraviglioso come Dio si prende cura degli assetati (tutti noi) in questa terra arida ed esausta dove non c'è acqua? Davide lo descrive in questo modo: “Dio, tu sei il mio Dio, che cerco. Di te ha sete l'anima mia, di te anela il mio corpo dalla terra arida, arida, dove non c'è acqua» (Salmo 63,2).

Tutto quello che ci chiede è di venire a bere. A tutti è permesso venire a bere dall'acqua della vita. Perché così tante persone assetate stanno in piedi davanti al pozzo e si rifiutano di bere?
Hai sete, soffri anche di disidratazione? Sei come uno stagno vecchio? Rinfresco e rinnovamento sono vicini quanto la tua Bibbia e come una preghiera è immediatamente disponibile. Vieni a Gesù ogni giorno e bevi un buon sorso rinfrescante dalla fonte della sua vita e non dimenticare di condividere quest'acqua con altre anime assetate.

di Tammy Tkach


 

pdfStagno o fiume?