Riposa in Gesù

555 riposa in GesùDopo aver svolto il tuo lavoro, vuoi riposare correttamente. Lasciano penzolare l'anima nella dolce ozio, per respirare di nuovo e raccogliere nuove forze. Altri trovano svago negli sport e nella natura o si godono il riposo sotto forma di musica o lettura stimolante.

Per "riposo" intendo una qualità di vita completamente diversa. Vorrei riscriverlo con la frase "riposa in Gesù". Con questo intendo la profonda pace interiore che è così appagante e rilassante. Dio ha preparato questa pace onnicomprensiva per tutti noi se siamo veramente aperti e ricettivi ad essa. La "buona notizia", ​​il Vangelo, include la tua salvezza attraverso Gesù Cristo. L'obiettivo di questo è ereditare il Regno di Dio attraverso Gesù e vivere eternamente nella sua pace. In altre parole, riposare in Gesù.

Per capirlo, hai bisogno di "orecchie aperte del cuore". Poiché Dio ha un tale riposo per tutti, è mio profondo desiderio che tu possa sperimentare e goderti questa pace.

A questo punto, penso all'incontro tra Nicodemo, uno dei superiori degli ebrei e di Gesù. Nicodemo venne da Gesù di notte e disse: "Rabbino, sappiamo che sei un insegnante che Dio ha mandato. Perché nessuno può fare miracoli come te quando Dio non è con lui. Gesù disse: "Te lo dico, se qualcuno non è nato di nuovo, non può vedere il regno di Dio". L'intera storia può essere trovata in John 3,1-15 per una migliore comprensione.

Per vedere il regno di Dio, Nicodemo aveva bisogno di te e oggi anche di te lo Spirito Santo. Ti soffia intorno, come il vento che non vedi ma di cui avverti gli effetti. Questi effetti testimoniano il potere di Dio, che ti cambia la vita, perché sei unito a Gesù nel suo regno.

Tradotto nel nostro tempo, lo metto in questo modo: se voglio davvero essere riempito e portato dallo Spirito di Dio, allora devo aprire i miei sensi ed essere pronto a riconoscere e riconoscere Dio in tutte le sue espressioni. Dico con tutto il cuore "sì" a lui senza restrizioni.

Presto sarai pronto prima di Avvento e Natale. Ricordano che Gesù, il Figlio di Dio, divenne uomo. Siamo diventati tutt'uno con lui. Ciò che poi si instaura, questa pace interiore e serenità verso la vita, né io né me stesso né altre persone possiamo creare. È semplicemente la grande meraviglia e il dono di Dio, perché siamo tutti così preziosi.

Toni Püntener