Con un nuovo cuore nel nuovo anno!

331 con un nuovo cuore nel nuovo anno John Bell ha avuto l'opportunità di fare qualcosa che speriamo che la maggior parte di noi non sarà mai in grado di fare: teneva il suo cuore tra le mani. Due anni fa, ha subito un trapianto di cuore che ha avuto successo. Grazie al programma Heart to Heart presso il Baylor University Medical Center di Dallas, ora era in grado di trattenere il suo cuore che lo aveva tenuto in vita per 70 anni prima che fosse necessario sostituirlo. Questa fantastica storia mi ricorda il mio trapianto di cuore. Non è stato un trapianto di cuore "fisico": tutti coloro che seguono Cristo hanno sperimentato la versione spirituale di questo processo. La brutale realtà della nostra natura peccaminosa è che provoca la morte spirituale. Il profeta Geremia lo definì chiaramente: «Il cuore è una cosa ribelle e scoraggiante; chi può capirlo Üs: è malato terminale]? » (Ger. 17,9).

Di fronte alla realtà della nostra "funzione cardiaca" spirituale, è difficile immaginare che ci sia ancora speranza. Le nostre possibilità di sopravvivenza sono zero. Ma la cosa meravigliosa accade per noi: Gesù ci offre l'unica possibilità possibile per la vita spirituale: un trapianto di cuore nell'interno più profondo del nostro essere. L'apostolo Paolo descrive questo dono generoso come la rigenerazione della nostra umanità, il rinnovamento della nostra natura umana, il cambiamento della nostra mente e la liberazione della nostra volontà. Tutto ciò fa parte dell'opera di salvataggio in cui Dio Padre opera attraverso suo figlio e lo Spirito Santo. Con una salvezza onnicomprensiva, ci viene data la meravigliosa opportunità di scambiare il nostro vecchio cuore morto con il suo nuovo, sano - un cuore traboccante del suo amore e della sua vita immortale. Paolo disse: «Sappiamo che il nostro vecchio fu crocifisso con lui in modo che il corpo del peccato potesse essere distrutto in modo da non servire più il peccato. Perché chiunque è morto è stato liberato dal peccato. Ma se morissimo con Cristo, crediamo che vivremo anche con lui » (Romani 6,6-8).

Dio ha fatto uno scambio meraviglioso attraverso Cristo in modo che possiamo avere una nuova vita in Lui che è parte della sua comunione con il Padre e lo Spirito Santo. Mentre entriamo nel nuovo anno, ricordiamoci che ogni giorno della nostra vita non dobbiamo nient'altro che la grazia e la bontà di colui che ci ha chiamati: il nostro Signore e Salvatore, Gesù Cristo!

di Joseph Tkach


pdfCon un nuovo cuore nel nuovo anno!