L'universo

518 l'universoQuando Albert Einstein pubblicò la sua teoria della relatività generale nel 1916, cambiò per sempre il mondo della scienza. Una delle scoperte più rivoluzionarie che ha fatto riguarda la costante espansione dell'universo. Questo fatto stupefacente ci ricorda non solo quanto è grande l'universo, ma anche una dichiarazione del salmista: «Poiché quanto è alto il cielo sulla terra, lascia che la sua grazia domini su coloro che lo temono. Quanto lontano è il mattino dalla sera, da noi siano le nostre trasgressioni» (Sal 103,11-12).

Sì, la grazia di Dio è incredibilmente reale a causa del sacrificio del suo unico figlio, nostro Signore Gesù. La formulazione del salmista "Finora l'est è dall'ovest" va deliberatamente oltre la nostra immaginazione su una scala che supera persino l'universo percettibile. Di conseguenza, nessuno può immaginare l'entità della nostra redenzione in Cristo, specialmente se si considera ciò che include. I nostri peccati ci separano da Dio. Ma la morte di Cristo sulla croce ha cambiato tutto. Il divario tra Dio e noi è chiuso. Dio ha riconciliato il mondo con se stesso in Cristo.

Siamo invitati ad entrare nella sua comunione come in una famiglia, nella perfetta relazione con il Dio uno e trino per l'eternità. Egli ci manda lo Spirito Santo, che ci aiuta ad avvicinarci a lui e mette la nostra vita sotto la sua cura affinché diventiamo come Cristo.

La prossima volta che guardi il cielo notturno, ricorda che la grazia di Dio supera tutte le dimensioni dell'universo e che anche le distanze più lunghe che conosciamo sono piccole rispetto alla misura del suo amore per noi.

di Joseph Tkach


pdfL'universo