Bartimeo

650 bartimeus I bambini amano le storie perché sono impressionanti e vivide. Ci fanno ridere, piangere, insegnarci lezioni e quindi influenzare il nostro comportamento. Gli evangelisti non stavano solo ritraendo chi è Gesù - ci stavano raccontando storie su ciò che ha fatto e su chi ha incontrato perché c'è così tanto da raccontare su di lui.

Diamo un'occhiata alla storia di Bartimeo. «E vennero a Gerico. E mentre usciva da Gerico, insieme ai suoi discepoli e a una grande folla sedeva lungo la strada un mendicante cieco, Bartimeo, figlio di Timeo». (Marco 10,46).

Innanzitutto, ci viene mostrato che Bartimeo conosceva il suo bisogno. Non ha cercato di nascondersi da esso, ma "ha iniziato a urlare" (Verso 47).
Tutti noi abbiamo bisogni che solo il nostro Salvatore e Salvatore, Gesù, può risolvere. Il bisogno di Bartimeo era ovvio, ma per molti di noi il nostro bisogno è nascosto o non possiamo e non vogliamo ammetterlo. Ci sono aree della nostra vita in cui dovremmo invocare l'aiuto del Salvatore. Bartimeo ti incoraggia a chiederti: sei pronto ad affrontare il tuo bisogno e chiedere aiuto come ha fatto lui?

Bartimeo era aperto ai suoi bisogni ed è stato il punto di partenza per Gesù per fare qualcosa di grande per lui. Bartimeo sapeva esattamente chi poteva aiutarlo, così cominciò a gridare: "Gesù, figlio di Davide, abbi pietà di me!" (Versetto 47), con un nome per il Messia. Forse sapeva cosa disse Isaia: "Allora si apriranno gli occhi dei ciechi e gli orecchi dei sordi" (Isaia 35,5).

Non ascoltò le voci che gli dicevano che non valeva la pena disturbare il Maestro. Ma non poteva essere messo a tacere, perché sapeva che valeva la pena gridare ancora di più: "Figlio di Davide, abbi pietà di me!" (Marco 10,48). Gesù si fermò e disse: Chiamalo! Anche noi siamo amati da Dio, si ferma quando sente il nostro grido. Bartimeo sapeva cosa era importante e cosa non era importante. È interessante notare che, nella storia, lasciò il suo mantello e si precipitò da Gesù (Verso 50). Forse il suo mantello gli era molto prezioso, ma nulla gli impediva di andare da Gesù. Quali sono le cose nella tua vita che non sono veramente importanti ma che apprezzi troppo? Quali cose dovresti lasciar andare per avvicinarti a Gesù?

«Gesù gli disse: Va', la tua fede ti ha guarito. E subito lo vide e lo seguì per la via" (Verso 52). La fede in Gesù Cristo ti fa vedere anche spiritualmente, ti guarisce dalla tua cecità spirituale e ti rende possibile seguire Gesù. Dopo che Bartimeo fu guarito da Gesù, lo seguì per la via. Voleva camminare con Gesù ed essere parte della sua storia ovunque lo portasse.

Siamo tutti come Bartimeo, siamo ciechi, bisognosi e bisognosi della guarigione di Gesù. Mettiamo da parte tutto ciò che non è importante e lasciamo che Gesù ci guarisca e lo segua nel suo cammino.

di Barry Robinson