Questo è ciò che amo di Gesù

486 amo Gesù Alla domanda sul perché amo Gesù, la risposta biblica corretta è: “Amo Gesù perché prima mi amava e perché era disposto a dare tutto per me (1 Giovanni 4,19). Ecco perché amo Gesù come una persona intera, non solo parti o aspetti di lui. Amo anche mia moglie non solo per il suo sorriso, il suo naso o la sua pazienza.

Se ami davvero una persona, avrai rapidamente una lunga lista a portata di mano, il che la rende davvero speciale. Amo Gesù perché non sarei lì senza di lui. Amo Gesù perché non mi abbandona mai. Amo Gesù perché, perché. , ,

Ma la domanda è probabilmente se non c'è una cosa molto speciale in Gesù che significhi molto per me quando penso a lui innamorato! E in effetti - c'è: "Amo Gesù più di ogni altra cosa, perché il suo perdono significa che non devo più trasmettere una bella immagine di me stesso ad altre persone, ma posso essere aperto alle mie debolezze, errori, persino peccati".

Seguire Gesù è, soprattutto, una questione pratica per me. È qui che entra in gioco il perdono dei peccati che Gesù ha causato. Penso che sia bello non dover sempre dimostrare a tutti che sono perfetto e perfetto. Questa finta vita mi rende mentalmente rotto. L'eterno armeggiare sulle mie maschere e le costanti manovre di occultamento costano tempo e nervi e di solito non funzionano alla fine.

Gesù è morto sulla croce a nome dei miei peccati e degli errori. Se i miei errori sono già stati presi, deve essere molto più facile per me ammettere chi sono veramente.

Non capisco il tutto come una licenza da parte di Gesù per fare errori in più o per calpestare il gas in termini di peccato. Il perdono non ripulisce il passato. Dà anche il potere di cambiare davvero qualcosa. Questo potere non è solo descritto nella Bibbia come conseguenza del perdono, ma in realtà mi gira. Ad ogni modo, c'è abbastanza da cambiare per me. Cruciale alla mia relazione con Gesù è che la mia fede inizia con la mia autocritica. Nella Bibbia, la fede inizia con la realizzazione della propria inadeguatezza e debolezza. Non critica solo gli infedeli e il mondo malvagio, ma anche i credenti. Interi libri dell'Antico Testamento sono dedicati alla spietata rivelazione di condizioni tra il popolo di Israele. Interi libri del Nuovo Testamento espongono la terribile situazione nelle comunità cristiane.

Gesù la rende libera per autocritica. Possono finalmente lasciare la loro maschera ed essere come sono. Che sollievo!

di Thomas Schirrmacher


pdfQuesto è ciò che amo di Gesù