Stai calmo

451, stai calmo Alcuni anni fa ero ad Harare, nello Zimbabwe, per tenere conferenze in chiesa. Dopo essere stato nel mio hotel, ho fatto una passeggiata pomeridiana per le strade della vivace capitale. Uno degli edifici nel centro della città ha attirato la mia attenzione per il suo stile architettonico. Ho fatto un paio di foto quando all'improvviso ho sentito qualcuno urlare: “Ehi! Hey! Ehi, ci sei! » Quando mi voltai, guardai direttamente negli occhi di un soldato che stava fissando con rabbia. Era armato con un fucile e me lo indicò con rabbia. Poi ha iniziato a spingere il mio fucile contro il mio petto e mi ha gridato: "Questa è un'area di sicurezza - è vietato fare foto qui!" Ero molto spaventato. Un'area di sicurezza nel mezzo della città? Come è potuto succedere? La gente si fermò e ci fissò. La situazione era tesa, ma stranamente non avevo paura. Dissi con calma: «Mi dispiace. Non sapevo che ci fosse un'area di sicurezza qui. Non farò più foto. » Le grida aggressive del soldato continuarono, ma più forte urlava, più abbassavo la voce. Mi sono scusato di nuovo. Poi è successo qualcosa di straordinario. Inoltre ha gradualmente abbassato il suo volume (e il suo fucile!) ha cambiato tono e mi ha ascoltato invece di attaccarmi. Dopo un po 'abbiamo avuto una conversazione molto piacevole, che alla fine mi ha mostrato la strada per la libreria locale!

Quando me ne andai e tornai nel mio hotel, mi venne in mente un detto noto: "Una risposta mite spegne la rabbia" (Proverbi 15,1). Fu attraverso questo bizzarro incidente che ho sperimentato l'effetto drammatico delle sagge parole di Salomone. Mi sono anche ricordato di aver detto una specifica preghiera quella mattina, che condividerò con te in seguito.

Non è comune nella nostra cultura dare una risposta mite - piuttosto è il contrario. Siamo invitati a "far uscire i nostri sentimenti" e "dire ciò che sentiamo". Il passaggio in Proverbi 15,1 sembra incoraggiarci a sopportare tutto. Ma qualsiasi sciocco può urlare o insultare. Ci vuole molto più carattere per incontrare una persona scontenta con calma e dolcezza. Si tratta di essere simili a Cristo nella nostra vita quotidiana (1 Giovanni 4,17). Non è più facile a dirsi che a farsi? Ho imparato alcune lezioni preziose (e sto ancora imparando!) quando ho a che fare con una persona arrabbiata e usando una risposta mite.

Ripagalo all'altro con la stessa moneta

Non è così quando litighi con qualcuno, poi l'altro proverà a reagire? Se l'avversario fa commenti taglienti, allora vogliamo tagliarlo. Se urla o urla, allora urliamo ancora più forte. Tutti vogliono avere l'ultima parola, conquistare un colpo finale o fare un ultimo colpo. Ma se torniamo indietro alle nostre pistole e cerchiamo di non dimostrare all'altro che è sbagliato e non aggressivo, l'altro spesso si calma rapidamente. Molte controversie possono diventare ancora più accese o disinnescate dal tipo di risposta che diamo.

Guai posti male

Ho anche imparato che qualcosa non è sempre ciò che pensiamo quando qualcuno sembra essere arrabbiato con noi. Il folle autista che ti ha interrotto oggi non si è svegliato stamattina con l'intenzione di portarti fuori strada! Lui non ti conosce nemmeno, ma conosce sua moglie ed è arrabbiato con lei. Per coincidenza, eri solo nel modo! L'intensità di questa rabbia è spesso sproporzionata rispetto al significato dell'evento che ha portato alla sua eruzione. Il buon senso è sostituito da rabbia, frustrazione, delusione e ostilità verso le persone sbagliate. Ecco perché abbiamo a che fare con un guidatore aggressivo sulla strada, un cassiere scortese o un capo urlante. Non sono quelli a cui sono arrabbiati, quindi non prendere la loro rabbia personalmente!

Come l'uomo pensa nel suo cuore, così è lui

Se vogliamo rispondere a una persona scontenta con una risposta mite, il nostro cuore deve prima avere ragione. Prima o poi, i nostri pensieri di solito si rifletteranno nelle nostre parole e comportamenti. Il Libro dei Proverbi ci insegna che "il cuore di un saggio è caratterizzato da discorsi intelligenti" (Proverbi 16,23). Come un secchio d'acqua da un pozzo, la lingua raccoglie ciò che è nel cuore e lo riversa. Quando la fonte è pulita, è ciò che parla la lingua. Se è contaminato, la lingua parlerà impura. Se le nostre menti sono contaminate da pensieri amari e arrabbiati, la nostra reazione riflessiva a una persona arrabbiata sarà dura, offensiva e rappresaglia. Prendi nota del detto: «Una risposta delicata spegne la rabbia; ma una parola difficile eccita Grimm » (Proverbi 15,1). Interiorizzalo. Salomone dice: “Tienili sempre a mente e tienili nel tuo cuore. Perché chi li ha trovati, danno vita e guariscono per tutto il suo corpo » (Proverbi 4,21: 22 Traduzione nuova di Ginevra).

Ogni volta che incontriamo qualcuno che è arrabbiato, abbiamo una scelta di come reagiamo a loro. Tuttavia, non possiamo provare a farlo da soli e ad agire di conseguenza. Questo mi porta alla mia preghiera annunciata sopra: «Padre, metti i tuoi pensieri nella mia mente. Metti le tue parole sulla mia lingua in modo che le tue parole diventino le mie parole. Con la tua grazia aiutami oggi ad essere come Gesù per gli altri. » Le persone arrabbiate appaiono nelle nostre vite quando meno ce lo aspettiamo. Preparati.

di Gordon Green


pdfStai calmo