Se fossi Dio

Ad essere onesti, a volte trovo difficile capire Dio. Lui non sempre prende le decisioni che prenderei se fossi al suo posto. Per esempio, se fossi Dio, non lascerei piovere sui campi di contadini meschini e odiosi. Solo i contadini buoni e onesti riceveranno la pioggia da me, ma la Bibbia dice che Dio fa cadere la sua pioggia sui giusti e sugli ingiusti (Mt 5,45).

Se fossi Dio, solo le persone cattive morirebbero presto e quelle buone condurrebbero una lunga vita felice. Ma la Bibbia dice che Dio a volte consente i giusti perire perché saranno sfuggire il male (Isaia 57, 1). Se fossi Dio, allora lascerei sempre che ogni persona sappia esattamente cosa lo attende in futuro. Non ci sarebbe dubbio su cosa ho pensato a qualcosa. Tutto sarebbe attentamente pianificato e facilmente comprensibile. Ma la Bibbia dice che Dio ci lascia solo guardare attraverso uno specchio fioco (1, Kor 13, 12). Se fossi Dio, non ci sarebbe sofferenza in questo mondo. Ma Dio dice che questo mondo non appartiene a lui, ma al diavolo, in modo da non superare mai e lascia accadono cose che non possiamo capire (2. 4 Kor, 4).

Se fossi Dio, allora i cristiani non sarebbero perseguitati, dopotutto, stanno solo cercando di seguire Dio e fare ciò che Egli dice loro di fare. Ma la Bibbia dice che ogni persona che segue Dio sarà perseguitata (2, Tim 3, 12).

Se fossi Dio, le sfide della vita sarebbero le stesse per tutti. Ma la Bibbia dice che ognuno di noi sta lottando con cose diverse e che le nostre lotte devono essere battute da noi e da nessun altro. (Heb 12, 1)

Io non sono Dio, fortunatamente per questo mondo. Dio ha un netto vantaggio su di me: è onnisciente e io no. A giudicare dalle scelte che Dio fa per la mia vita o la vita di un'altra persona è pura stupidità, perché solo Dio sa quando ricevere la pioggia e quando no. Solo lui sa quando vivere o morire. Solo lui sa quando è buono per noi capire cose e avvenimenti e quando no. Solo lui sa quali conflitti e sfide generano i migliori risultati nelle nostre vite e quali no. Solo lui sa come lavora su di noi, così da essere glorificato.

Quindi non riguarda noi, riguarda solo lui, quindi teniamo gli occhi su Gesù (Heb 12, 2). Non è sempre facile seguire questa richiesta, ma è ancora un'alternativa migliore che credere che lo farei meglio di Dio.

di Barbara Dahlgren


pdfSe fossi Dio?