Non sono 100% Venda

Politici come l'ex presidente Thabo Mbeki o Winnie Madikizela Mandela si sono lamentati, secondo i media sudafricani, della crescente affiliazione tribale tra i sudafricani.

La lotta contro l'apartheid è stata espressa anche nella lotta contro l'attaccamento al proprio gruppo etnico. Come molti altri paesi, il Sudafrica è composto da molti gruppi etnici diversi, anche se solo undici di loro sono ufficialmente riconosciuti. Ci sono undici lingue nazionali diverse in Sudafrica: afrikaans, inglese, ndebele, swati, xhosa, zulu, pedi, sotho, tswanga, tsonga e venda. Altre lingue parlate includono greco, portoghese, khosa, italiano e mandarino.

Su molte auto troverai adesivi per un po 'di tempo, che possono assegnare l'autista a un gruppo etnico. "Sono 100% Venda", "100% Zulu Takalani Musekwa giovani", "Sono 100% Tsanwa", ecc Anche se questi adesivi sono un onesto tentativo di definire la propria identità in uno stato multinazionale, in modo che siano completamente mal diretta. La mia lingua madre è Venda, ma io non sono 100% Venda. La lingua e l'identità native non possono essere uguali. Un cinese che è nato e cresciuto a Londra e parla solo inglese non è necessariamente un inglese. Simon Vander Stel, un uomo olandese che lavora in 17. Fu trasferito a Città del Capo e divenne il primo governatore della regione del Capo, non era olandese. Era il nipote di una schiava indiana libera e di un olandese. Nessuno è 100% di nulla. Siamo solo 100% umani.

Com'è con Gesù?

Era ebreo 100? No, non lo era. Nel suo albero genealogico ci sono alcune donne che non erano israelite. Sono affascinato dal fatto che due dei quattro scrittori del Vangelo abbiano scelto di raccontare in dettaglio il lignaggio di Gesù Cristo. Hai provato a dimostrare qualcosa? Matthew inizia il suo testo elencando il lignaggio fino ad Abramo. Sospetto che sia stato il suo tentativo di dimostrare che Gesù è colui attraverso il quale si adempiono le promesse fatte ad Abramo. Paolo scrive ai Galati, che erano non ebrei: "Non c'è né Ebreo né Greco, non c'è né schiavo né libero, non c'è né maschio né femmina; perché tu sei tutto uno in Cristo Gesù. ma voi siete di Cristo, siete dunque progenie di Abramo, e "in base agli eredi promessa (Gal 3, 28-29). Dice che chiunque appartenga a Cristo è anche un figlio di Abramo e un erede della promessa. Ma qual è la promessa di Paolo qui? La promessa era che tutti i gruppi etnici dovrebbero essere benedetti da Dio attraverso il seme di Abramo. Anche nel primo libro di Mosè è detto: "Benedirò coloro che ti benediranno e maledirò quelli che ti maledicono; e saranno benedette in te tutte le famiglie della terra "(Genesi 1 12, 3.) .Paulus sottolineato questo punto seinemBrief alla chiesa in Galazia:" Non hai imparato tante cose invano? Se fosse stato inutile! Chi ti dà ora lo Spirito e fa tali atti tra di voi, lo fa attraverso le opere della legge o attraverso la predicazione della fede? Così è stato con Abramo: "Egli credette a Dio e gli fu accreditato come giustizia" (Genesi 1 15, 6.). Renditi conto, quindi, che quelli che sono di fede sono figli di Abramo. Le Scritture prevedevano che Dio avrebbe giustificato i Gentili per fede. Predicato il Vangelo in anticipo ad Abramo (1 Mosè 12, 3.): "In te si diranno benedette tutte le nazioni essere" Allora quelli che hanno la fede sono benedetti col credente Abramo "(Gal 3, 4-9) .. Matteo aveva quindi non cercare di dimostrare che Gesù è 100% Ebreo, perché scrive Paolo, "non sono tutti Israele che sono Israele" (Rm 9, 6).

Tutti gli umani provengono dalla stessa tribù

La genealogia di Luca penetra ancora più a fondo nella storia e quindi racconta un'altra sfaccettatura di Gesù. Luca scrive che Adamo è un diretto antenato di Gesù. Gesù era un figlio di Adamo che era il Figlio di Dio (Lk 3, 38). Tutta l'umanità è discendente da questo Adamo, il Figlio di Dio. Luca conduce le sue osservazioni nel libro degli Atti prosegue: "Ed egli fece l'intera razza umana da un essere umano, di soffermarsi su tutta la terra, e lui ha fatto presa, quanto tempo si sono fatti ei confini della loro abitazione, che Dio cercare se potevano sentire e trovarlo buono; e veramente, non è lontano da nessuno di noi. Perché in lui viviamo, tessiamo e siamo noi; come alcuni poeti ti hanno detto, siamo del suo sesso. Poiché siamo ora della razza divina, non dovremmo pensare che la divinità sia come le immagini d'oro, d'argento e di pietra create dall'arte e dal pensiero umani. È vero che Dio trascurò il tempo dell'ignoranza; ma ora comanda gli uomini che tutti ovunque di pentirsi "(At 17, 26-30) .Il messaggio che ha voluto trasmettere Luca era che Gesù è radicato nella radice del genere umano, proprio come noi. Dio ha creato tutte le nazioni, nazioni e tribù da un solo uomo: Adamo. Voleva che cercasse non solo gli ebrei, ma tutti i popoli di tutte le nazioni. Questa è la storia di Natale. E 'la storia di coloro che Dio ha mandato in modo che tutte le nazioni sarebbero state benedette "che egli ci libererà da nostri nemici e dalle mani di quanti ci odiano, la misericordia verso i nostri padri e per ricordare la sua santa alleanza e il giuramento che ha giurato a nostro padre Abramo di darci "(Lk 1,71-73).

Luca descrive più dettagli della nascita di Gesù. Racconta di angeli, i pastori conducono il percorso attraverso i campi per il luogo di nascita di Gesù: "E l'angelo disse loro: Non temete! Ecco, io proclamo a te una grande gioia per tutto il popolo; per oggi il Salvatore è nato per te, che è Cristo il Signore, nella città di Davide. E devi firmare: troverai il bambino avvolto in pannolini e sdraiato in una culla. E subito apparve con l'angelo una moltitudine dell'esercito celeste che lodava Dio e diceva: Gloria a Dio nell'alto dei cieli e pace in terra agli uomini che Dio privilegia "(Luca 2,10-14).

Il messaggio di Natale, la nascita di Gesù, è un messaggio di gioia che si applica a tutte le persone di tutte le nazioni. È un messaggio di pace per ebrei e non ebrei: "Cosa stiamo dicendo ora? Abbiamo una preferenza per gli ebrei? Niente affatto. Perché abbiamo appena dimostrato che tutti, ebrei e greci, sono sotto il peccato "(Rom 3, 9). E ancora: "Qui non c'è differenza tra ebrei e greci; è tutto lo stesso Signore, ricco per tutti quelli che lo chiamano "(Rom 10, 12). "Perché lui è la nostra pace, che ha fatto di entrambi" uno "e ha interrotto la recinzione che era nel mezzo, cioè l'inimicizia" (Eph 2, 14). Non c'è ragione per la xenofobia, la perpetualità o la guerra. Durante la prima guerra mondiale, gli alleati e i tedeschi capirono il messaggio di Natale. Posano le armi per un giorno e passano del tempo insieme. Sfortunatamente, la guerra continuò subito dopo. Non deve essere così per te. Tieni presente che sei 100% umano.

Vi auguro di vedere le persone come non le avete mai conosciute prima: "Quindi, d'ora in poi, non conosciamo più nessuno sulla carne; e anche se conoscessimo Cristo dopo la carne, non lo conosciamo più ora "(2, Kor 5, 16).

di Takalani Musekwa


pdfNon sono 100% Venda