Lo Spirito Santo

lo spirito santo Lo Spirito Santo ha gli attributi di Dio, è uguale a Dio e fa cose che solo Dio fa. Come Dio, lo Spirito Santo è santo - così santo che è altrettanto peccaminoso insultare lo Spirito Santo come il Figlio di Dio (Ebrei 10,29). La bestemmia, la bestemmia contro lo Spirito Santo è un peccato imperdonabile (Matteo 12,32). Ciò significa che lo spirito è santo per natura e, a differenza del tempio, si dice che sia santo.

Come Dio, lo Spirito Santo è eterno (Ebrei 9,14). Come Dio, lo Spirito Santo è ovunque (Salmo 139,7-9). Come Dio, lo Spirito Santo è onnisciente (1 Corinzi 2,10: 11-14,26; Giovanni). Lo Spirito Santo crea (Giobbe 33,4; Salmo 104,30) e crea miracoli (Matteo 12,28; Romani 15,18-19) e contribuisce all'opera di Dio. Numerosi passaggi designano il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo come divini. In una discussione sui doni spirituali, Paolo fa riferimento alle costruzioni parallele dello Spirito, del Signore e di Dio (1 Corinzi 12,4: 6). Termina la sua lettera con una preghiera in tre parti (2 Corinti 13,14). Peter inizia una lettera in un'altra forma in tre parti (1 Pietro 1,2). Mentre questi esempi non sono la prova dell'unità della Trinità, supportano questa idea.

La formula battesimale rafforza il segno di tale unità: "Battezzalo nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo" (Matteo 28, 19). I tre hanno un nome, che indica essere un essere, quando lo Spirito Santo fa qualcosa, Dio lo fa. Quando lo Spirito Santo parla, Dio parla. Quando Anania mentì allo Spirito Santo, mentì a Dio (Atti 5: 3-4). Peter dice che Anania non ha mentito a un rappresentante di Dio, ma a Dio stesso. Le persone non mentono al potere impersonale.

In un passo Paolo disse che i cristiani sono i templi di Dio (1 Corinzi 3,16), in un altro dice che siamo il tempio dello Spirito Santo (1 Corinti 6,19). Siamo un tempio per adorare un essere divino e non un potere impersonale. Quando Paolo scrive che siamo il tempio dello Spirito Santo, indica che lo Spirito Santo è Dio.

Quindi lo Spirito Santo e Dio sono uguali: "Ma quando servirono e digiunarono al Signore, lo Spirito Santo disse: Separami da Barnaba e Saul all'opera a cui ti ho chiamato" (Atti 13,2) , Qui, lo Spirito Santo usa i pronomi personali proprio come Dio. Allo stesso modo, lo Spirito Santo dice che gli israeliti hanno provato e provato e ha detto, «Ho giurato nella mia rabbia: non dovresti venire a riposarmi» (Ebrei 3,7: 11). Ma lo Spirito Santo non è solo un altro nome per Dio. Lo Spirito Santo è indipendente dal Padre e dal Figlio, come è stato mostrato al battesimo di Gesù (Matteo 3,16: 17). I tre sono indipendenti e tuttavia uno, lo Spirito Santo fa l'opera di Dio nella nostra vita. Siamo nati attraverso e da Dio (Giovanni 1:12), che è lo stesso di essere nato dallo Spirito Santo (Giovanni 3,5). Lo Spirito Santo è il mezzo con cui Dio vive in noi (Efesini 2:22; 1 Giovanni 3,24:4,13;). Lo Spirito Santo vive in noi (Romani 8,11:1; 3,16 Corinti) - e poiché lo spirito vive in noi, possiamo anche dire che Dio vive in noi.

Lo Spirito Santo è personale

  • La Bibbia descrive lo Spirito Santo con caratteristiche umane:
  • Lo spirito vive (Romani 8,11:1; 3,16 Corinzi)
  • La mente parla (Atti 8,29; 10,19; 11,12; 21,11; 1 Timoteo 4,1; Ebrei 3,7)
  • La mente a volte usa il pronome personale "I" (Atti 10,20; 13,2)
  • La mente può essere indirizzata, processata, pianta, insultata e molestata (Atti 5,3: 9; 4,30; Efesini 10,29:12,31; Ebrei; Matteo)
  • La mente guida, media, chiama e istruisce (Romani 8,14:26; 13,2; Atti 20,28;)

Romani 8,27 parla della testa dello spirito. Lo Spirito prende decisioni - lo Spirito Santo ha preso una decisione (Atti 15,28). La mente conosce e lavora (1 Corinti 2,11:12,11;). Non è un potere impersonale; Gesù chiamò lo Spirito Santo Paraclet - tradotto come Consolatore, Consigliere o Difensore.

"E chiederò al Padre e ti darà un altro consolatore che sarà con te per sempre: lo spirito di verità che il mondo non può ricevere, perché non lo vede e non lo conosce. Lo conosci perché rimane con te e sarà in te » (Giovanni 14,16-17) .

Il primo consigliere per i discepoli fu Gesù. Mentre insegna, testimonia, condanna, dirige e scopre la verità (Giovanni 14,26:15,26; 16,8:13; 14;). Tutti questi sono ruoli personali. Giovanni usa la forma maschile della parola greca parakletos perché non era necessario usare la forma neutra. In Giovanni 16,14 anche il pronome personale maschile "lui" viene usato dopo che è stata usata la parola neutra spirito. Passare al pronome personale neutrale sarebbe stato più facile, ma Johannes no. La mente è indirizzata con "lui". Tuttavia, la grammatica è relativamente poco importante. Tuttavia, è importante che lo Spirito Santo abbia qualità personali. Non è un potere impersonale, ma un aiuto intelligente e divino che vive in noi.

Lo spirito dell'Antico Testamento

La Bibbia non contiene parti intitolate "Lo Spirito Santo". Impariamo un po 'dallo Spirito Santo qua e là quando i testi biblici lo menzionano. L'Antico Testamento ci fornisce solo alcune intuizioni. La mente era presente nella creazione della vita (Genesi 1: 1,2; Giobbe 33,4: 34,14;,). Lo Spirito di Dio riempì Bezalel della capacità di costruire il tabernacolo (Genesi 2: 31,3-5). Adempì Mosè e venne anche dai 70 anziani (Genesi 4:11,25). Riempì Giosuè di saggezza come leader, così come Sansone con forza e capacità di combattere (Deuteronomio 5; Richter [spazio]] 34,9; 6,34). Lo spirito di Dio fu dato a Saul e ripreso (1 Sam 10,6; 16,14). Lo Spirito diede a David i piani per il tempio (1 Chr 28,12). Lo spirito ha ispirato i profeti a parlare (Numeri 4; 24,2 Sam 2; 23,2 Chr 1; 12,18 Chr 2; 15,1; Ezechiele 20,14; Zaccaria 11,5; 7,12 Pietro 2:1,21) ,

Anche nel Nuovo Testamento fu lo Spirito Santo a far parlare persone come Elisabetta, Zaccaria e Simeone (Luca 1,41; 67; 2,25-32). Giovanni Battista è stato riempito di Spirito Santo sin dalla sua nascita (Luca 1,15). La sua opera più importante era annunciare l'arrivo di Gesù Cristo, che battezzava le persone non solo con acqua ma con lo Spirito Santo e con il fuoco (Luca 3,16).

Lo Spirito Santo e Gesù

Lo Spirito Santo era molto presente e coinvolto nella vita di Gesù. Lo spirito ha causato il suo concepimento (Matteo 1,20:3,16), sdraiato su di lui dopo il suo battesimo (Matteo), lo condusse nel deserto (Lc4,1) e gli permise di predicare la buona notizia (Luca 4,18). Gesù scacciò i demoni con l'aiuto dello Spirito Santo (Matteo 12,28). Attraverso lo Spirito Santo, si è offerto in sacrificio al peccato dell'umanità (Eb 9,14) e con lo stesso spirito fu risuscitato dai morti (Romani 8,11).

Gesù insegnò che lo Spirito Santo parlava in tempi di persecuzione da parte dei suoi discepoli (Matteo 10,19-20). Disse loro di battezzare i seguaci di Gesù nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo (Matteo 28,19). E inoltre che Dio dà lo Spirito Santo a tutte le persone quando glielo chiedono (Luca 11,13). Alcune delle cose più importanti che Gesù disse sullo Spirito Santo si trovano nel Vangelo di Giovanni. Innanzitutto, le persone dovrebbero nascere dall'acqua e dallo spirito (Giovanni 3,5). Le persone hanno bisogno di rinnovamento spirituale e non provengono da se stesse, ma sono un dono di Dio. Anche se la mente non è visibile, fa la differenza nelle nostre vite (V 8).

Gesù ha anche insegnato: "Chiunque abbia sete, vieni da me e bevi. Chiunque crede in me, come dice la Scrittura, avrà fiumi di acqua viva che fluiscono dal suo corpo. Ma lo disse riguardo allo spirito che avrebbero dovuto ricevere coloro che credevano in lui; poiché lo spirito non era ancora lì; perché Gesù non era ancora glorificato » (Giovanni 7,37-39).

Lo Spirito Santo soddisfa una sete interiore. Ci consente di avere il rapporto con Dio per il quale siamo creati da lui. Riceviamo lo Spirito venendo a Gesù e lo Spirito Santo adempiendo le nostre vite.

Dice John «Perché lo spirito non era ancora lì; perché Gesù non era ancora glorificato » (V.39) , Lo Spirito aveva già riempito alcuni uomini e donne prima della vita di Gesù, ma presto sarebbe arrivato in un modo nuovo e potente - a Pentecoste. Lo Spirito è ora dato a tutti coloro che invocano il nome del Signore (Atti 2,38: 39). Gesù promise ai suoi discepoli che sarebbe stato dato loro lo spirito di verità che avrebbe vissuto in loro (Giovanni 14,16-18). Questo spirito di verità è lo stesso che se Gesù stesso venisse dai suoi discepoli (V. 18) perché è lo Spirito di Cristo e lo Spirito del Padre - inviato da Gesù e dal Padre (Giovanni 15,26). Lo Spirito consente a Gesù di essere accessibile a tutti e alla sua opera per continuare, e Gesù promise che lo Spirito avrebbe insegnato ai discepoli e ricordato loro tutto ciò che Gesù aveva insegnato loro (Giovanni 14,26). Lo Spirito insegnò loro cose che non potevano comprendere prima della risurrezione di Gesù (Giovanni 16,12: 13).

Lo spirito parla di Gesù (Giovanni 15,26, 16,24). Non fa pubblicità per se stesso, ma conduce le persone a Gesù Cristo e al Padre. Non parla da solo, ma solo come vuole il padre (Giovanni 16,13). È positivo che Gesù non sia più con noi perché lo Spirito può essere attivo in milioni di persone (Giovanni 16,7). Lo Spirito evangelizza e mostra al mondo il proprio peccato e colpa e soddisfa il loro bisogno di giustizia e giustizia (Vv. 8-10). Lo Spirito Santo indica alle persone Gesù come la loro soluzione alla colpa e la loro fonte di giustizia.

Lo spirito e la chiesa

Giovanni Battista disse che Gesù avrebbe battezzato le persone con lo Spirito Santo (Marco 1,8). Ciò accadde a Pentecoste dopo la sua risurrezione quando lo Spirito diede nuova forza ai discepoli (Atti 2). Ciò include le lingue parlate che le persone di altre nazioni comprendono (V. 6) Miracoli simili accaddero anche altre volte quando la Chiesa stava crescendo (Atti 10,44: 46-19,1; 6), tuttavia, non si dice che questi miracoli accadano a tutte le persone che hanno trovato una nuova fede cristiana.

Paolo dice che tutti i credenti nello Spirito Santo sono formati in un solo corpo, la Chiesa (1 Corinti 12,13). Lo Spirito Santo è dato a tutti coloro che credono (Galati 3,14). Indipendentemente dal fatto che siano avvenuti o meno miracoli, tutti i credenti sono battezzati nello Spirito Santo. Non è necessario cercare e sperare in un miracolo particolare per dimostrare che sei battezzato nello Spirito Santo.

La Bibbia non richiede che nessun credente sia battezzato nello Spirito Santo. Invece, ogni credente è incoraggiato a essere costantemente riempito di Spirito Santo (Efesini 5,18) in modo che uno possa rispondere alle istruzioni dello spirito. Questa relazione è in corso e non è un evento occasionale. Invece di cercare miracoli, cerchiamo Dio e lasciamo che decida se e quando accadono i miracoli. Paolo di solito descrive il potere di Dio non attraverso i miracoli fisici che accadono, ma attraverso il cambiamento che accade nella vita di una persona: speranza, amore, pazienza, servizio, comprensione, sofferenza e predicazione coraggiosa (Romani 15,13:2; 12,9 Corinzi 3,7; Efesini 16; 18-1,11; Colossesi 28; 29-2; 1,7 Timoteo 8). Questi miracoli possono anche essere chiamati miracoli fisici perché Dio cambia la vita delle persone: gli Atti mostrano che lo Spirito sostenne la crescita della chiesa. Lo Spirito ha autorizzato le persone a riferire e testimoniare su Gesù (Atti 1,8). Ha permesso ai discepoli di predicare (Atti 4,8,31; 6,10). Diede istruzioni a Filippo e in seguito lo prese (Atti 8,29; 39). Lo Spirito incoraggiò la Chiesa e istituì i leader (Atti 9,31; 20,28). Ha parlato con Pietro e la Chiesa di Antiochia (Atti 10,19; 11,12; 13,2). Lavorò ad Agabus quando vide la carestia e portò Paolo a fuggire (Atti 11,28:13,9; 10). Ha guidato Paul e Barnaba sulla loro strada (Atti 13,4: 16,6; 7) e permise alla riunione degli apostoli di Gerusalemme di prendere una decisione (Atti 15,28). Mandò Paolo a Gerusalemme e lo avvertì (Atti 20,22: 23-21,11;). La Chiesa esisteva e cresceva attraverso l'opera dello Spirito Santo nei credenti.

Lo spirito oggi

Lo Spirito Santo è anche coinvolto nelle vite dei credenti di oggi:

  • Ci porta al pentimento e ci dà nuova vita (Giovanni 16,8; 3,5-6)
  • Vive in noi, ci insegna e ci guida (1 Corinti 2,10: 13-14,16; Giovanni 17,26: 8,14; Romani)
  • Lo incontriamo nella Bibbia, mentre pregiamo e attraverso altri cristiani: è lo spirito di saggezza e ci aiuta a guardare le cose con coraggio, amore e autocontrollo (Ef 1,17:2; 1,7 Timoteo)
  • Lo spirito taglia i nostri cuori, santifica e ci cambia (Romani 2,29; Efesini 1,14)
  • Lo Spirito crea l'amore e il frutto della giustizia in noi (Rom.5,5; Efesini 5,9; Galati 5,22-23)
  • Lo Spirito ci mette nella Chiesa e ci aiuta a capire che siamo figli di Dio (1 Corinti 12,13:8,14; Romani 16)

Dobbiamo adorare Dio nello spirito (Fil3,3; 2 Corinzi 3,6; Romani 7,6; 8,4-5). Cerchiamo di compiacerlo (Galati 6,8). Quando siamo guidati dallo Spirito Santo, Egli ci dà vita e pace (Romani 8,6). Tramite lui abbiamo accesso al padre (Efesini 2,18). Ci aiuta nella nostra debolezza e ci difende (Romani 8,26-27).

Lo Spirito Santo ci dà anche doni spirituali. Dà capi per la chiesa (Efesini 4,11), persone che svolgono le funzioni di base del servizio d'amore nella chiesa (Romani 12,6: 8) e quelli con abilità speciali per compiti speciali (1 Corinzi 12,4: 11). Nessuno ha tutti i doni e non tutti i doni sono dati a tutti (Vv. 28-30). Tutti i doni, spirituali o meno, dovrebbero essere usati per l'opera nel suo insieme - l'intera Chiesa (1 Corinti 12,7:14,12;). Ogni regalo è importante (1 Corinzi 12,22: 26). Ad oggi abbiamo ricevuto solo il primo dono dello Spirito, che tuttavia ci promette molto di più per il futuro (Romani 8,23; 2 Corinzi 1,22; 5,5; Efesini 1,13-14).

Lo Spirito Santo è Dio nella nostra vita. Tutto ciò che Dio fa è fatto dallo Spirito Santo. Paolo quindi ci incoraggia a vivere con e attraverso lo Spirito Santo (Galati 5,25; Efesini 4,30; 1 Tess. 5,19). Quindi ascoltiamo ciò che dice lo Spirito Santo. Perché quando parla, Dio parla.

di Michael Morrison