Domande sulla Trinità

180 domande sulla trinità Il padre è Dio, e il figlio è Dio, e lo Spirito Santo è Dio, ma esiste un solo Dio. Aspetta un momento, dicono alcune persone. «Uno più uno più uno è uguale a uno? Questo non può essere vero. Semplicemente non funziona. »

Giusto, non funziona - e nemmeno dovrebbe. Dio non è una "cosa" da aggiungere. Può esserci solo uno che è onnipotente, saggio, onnipresente, quindi può esserci un solo Dio. Nel mondo dello Spirito, il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo sono uniti in un modo in cui gli oggetti materiali non possono essere. La nostra matematica si basa su cose materiali; non funziona sempre nella dimensione spirituale illimitata.

Il padre è Dio e il figlio è Dio, ma c'è un solo Dio. Questa non è una famiglia o un comitato di esseri divini - un gruppo non può dire: "Non c'è nessuno come me" (Isaia 43,10; 44,6; 45,5). Dio è solo un essere divino - più di una persona, ma solo un Dio. I primi cristiani non ottennero questa idea dal paganesimo o dalla filosofia - furono praticamente costretti a farlo dalla Scrittura.

Proprio come la Scrittura insegna che Cristo è divino, così insegna che lo Spirito Santo è divino e personale. Qualunque cosa lo Spirito Santo faccia, Dio lo fa. Lo Spirito Santo è Dio, come lo sono il Figlio e il Padre - tre persone che sono perfettamente unite in un solo Dio: la Trinità.

La domanda delle preghiere di Cristo

La domanda è spesso posta: poiché Dio è uno (uno) è perché Gesù ha dovuto pregare il Padre? Dietro questa domanda sta il presupposto che l'unità di Dio è Gesù (che era Dio) non permetteva di pregare il padre. Dio è uno. Quindi a chi pregava Gesù? Questa immagine trascura quattro punti importanti che dobbiamo chiarire se vogliamo ottenere una risposta soddisfacente alla domanda. Il primo punto è che l'affermazione "la Parola era Dio" non conferma che Dio fosse solo il Logos [la Parola]. La parola "Dio" nell'espressione "e Dio era la parola" (Giovanni 1,1) non è usato come nome proprio. La formulazione significa che il Logos era divino - che il Logos era la stessa natura di Dio - un essere, una natura. È un errore supporre che l'espressione "il Logos era Dio" significa che il Logos era solo Dio. Da questo punto di vista, questa espressione non impedisce a Cristo di pregare il Padre. In altre parole, c'è un Cristo e c'è un padre, e non c'è incompatibilità quando Cristo prega il padre.

Il secondo punto che deve essere chiarito è che il Logos è diventato carne (Giovanni 1,14). Questa affermazione afferma che il Logos of God in realtà è diventato un essere umano - un letterale, limitato essere umano, con tutte le sue caratteristiche e limitazioni che caratterizzano le persone. Aveva tutti i bisogni che vanno con la natura umana. Aveva bisogno di cibo per sopravvivere, aveva bisogni spirituali ed emotivi, inclusa la necessità di avere comunione con Dio attraverso la preghiera. Questa necessità diventerà più chiara di seguito.

Il terzo punto che ha bisogno di chiarimenti è la sua assenza di peccato. La preghiera non è solo per i peccatori; anche una persona senza peccato può e deve lodare Dio e cercare il suo aiuto. Un essere umano, limitato deve pregare Dio, deve avere comunione con Dio. Gesù Cristo, un essere umano, ha dovuto pregare il Dio illimitato.

Ciò solleva la necessità di correggere un quarto di errore che viene fatto allo stesso punto: L'ipotesi che la necessità di pregare è una prova che una persona che prega come un essere umano non di più. Questa ipotesi si è insinuata da una visione distorta sulla preghiera nel pensiero di molte persone - del parere che l'imperfezione dell'uomo è l'unica base per la preghiera. Questo punto di vista non è la Bibbia o di qualsiasi altra cosa, ciò che Dio ha rivelato, rimosso. Adamo avrebbe dovuto pregare, anche se non avesse peccato. La sua mancanza di peccato non avrebbe reso le sue preghiere inutili. Cristo pregò, anche se era perfetto.

Tenendo presente i chiarimenti di cui sopra, è possibile rispondere alla domanda. Cristo era Dio, ma non era il padre (o lo Spirito Santo); poteva pregare il padre. Cristo era anche un essere umano - un essere umano limitato, letteralmente limitato; doveva pregare il padre. Cristo era anche il nuovo Adamo - un esempio dell'uomo perfetto che avrebbe dovuto essere Adamo; era in costante comunione con Dio. Cristo era più che umano - e la preghiera non cambia questo status; pregava come il Figlio di Dio, che era diventato uomo. La convinzione che la preghiera sia inappropriata o non necessaria per qualcuno che è più che umano non deriva dalla rivelazione di Dio.

di Michael Morrison