Lo Spirito Santo - funzionalità o personalità?

036 lo spirito santoLo Spirito Santo è spesso descritto in termini di funzionalità, come ad esempio: Potere o presenza di Dio o azione o voce. È un modo adatto per descrivere la mente?

Gesù è anche descritto come il potere di Dio (Phil 4,13), la presenza di Dio (Gal 2,20), l'azione di Dio (Joh 5,19) e la voce di Dio (Joh 3,34). Eppure parliamo di Gesù in termini di personalità.

La Scrittura attribuisce gli attributi della personalità allo Spirito Santo, e successivamente solleva il profilo della mente oltre la semplice funzionalità. Lo Spirito Santo ha una volontà (1Kor 12,11: "Tutto questo ha la stessa mente e assegna a ciascuno il suo come piace a lui"). Lo Spirito Santo esplora, conosce, insegna e differenzia (1Kor 2,10-13).

Lo Spirito Santo ha emozioni. Lo Spirito di grazia può essere abusato (Hebr 10,29) e afflitto (Eph 4,30). Lo Spirito Santo ci conforta e viene chiamato, proprio come Gesù, un aiuto (Joh 14,16). In altri passi della Scrittura, lo Spirito Santo parla, comanda, testimonia, mente, entra, si sforza, ecc. Tutti questi concetti sono in armonia con la personalità.

Biblicamente parlando, la mente non è ciò che ma un chi. La mente è "qualcuno", non "qualcosa". Nella maggior parte dei circoli cristiani, lo Spirito Santo è chiamato "lui", che non deve essere inteso come riferito a un genere. Piuttosto, "lui" è usato per indicare la personalità della mente.

La divinità dello spirito

La Bibbia attribuisce attributi divini allo Spirito Santo. Non è descritto come avente natura angelica o umana. Job 33,4 nota: "Lo Spirito di Dio mi ha creato e il soffio dell'Onnipotente mi ha dato la vita". Lo Spirito Santo crea. La mente è eterna (Hebr 9,14). È onnipresente (Ps 139,7).

Esamina le Scritture e vedrai che la mente è onnipotente, onnisciente e dà la vita. Tutti questi sono attributi della natura divina. Di conseguenza, la Bibbia designa lo Spirito Santo come divino.