Cristo è dentro, dove è Cristo?

367 è Cristo in esso dove Cristo è su di essoPer anni, tengo a mangiare carne di maiale. In un supermercato ho comprato un "bratwurst di vitello". Qualcuno mi ha detto: "C'è del maiale in quel bratwurst di vitello!" Stentavo a crederci. Nella stampa fine, tuttavia, era in bianco e nero. "Der Kassensturz" (un programma televisivo svizzero) ha testato il bratwurst di vitello e scrive: Le salsicce di vitello sono molto apprezzate dai barbecue. Ma non tutti gli insaccati che assomigliano a una salsiccia di vitello sono anch'essi uno. Spesso contiene più carne di maiale che carne di vitello. Ci sono anche differenze nel gusto. Una giuria di esperti ha testato le piazze di vitello più vendute per la "Kassensturz". Il miglior bratwurst di vitello conteneva solo carne di vitello 57% ed era considerato particolarmente saporito. Oggi esaminiamo l'etichetta "essere cristiani" e chiediamoci: "Cristo è dentro, dove è Cristo?"

Conosci una persona che è un buon cristiano? So solo uno dei quali posso dire senza esitazione che è un buon cristiano. Gesù Cristo stesso! Gli altri sono nei principali cristiani, poiché permettono a Cristo di vivere in loro. Che tipo di cristiano sei? Un 100% cristiano? O sei una maggioranza di te stesso e quindi solo un detentore di un'etichetta, con un cartello: "I am a Christian"! Quindi sei probabilmente un truffatore di etichette?

C'è una via d'uscita da questo dilemma! Tu ed io, attraverso il pentimento, il pentimento, in altre parole, tornare a Gesù diventa un 100% cristiano! Questo è il nostro obiettivo.

In un primo punto, guardiamo al "pentimento"

Gesù disse che la strada giusta nel suo ovile (nel suo regno) avrebbe condotto attraverso la porta. Gesù dice di se stesso: io sono questa porta! Alcuni vogliono scavalcare il muro per entrare nel regno di Dio. Questo non funziona. Il percorso verso la salvezza che Dio ci ha fornito è costituito da Pentimento e fede al Signore, Gesù Cristo. Questo è l'unico modo. Dio non può accettare una persona che in qualsiasi altro modo cerca di arrampicarsi nel suo regno. Giovanni il Battista predicò gli autobus. Questo era il prerequisito per il popolo di Israele di accettare Gesù come loro Salvatore. Questo è vero per te e me oggi!

"Ma dopo che Giovanni fu imprigionato, Gesù venne in Galilea e predicò il vangelo di Dio, dicendo: Il tempo è giunto e il regno di Dio è venuto. Ravvediti e credi al Vangelo "(Mark 1,14-15)!

La parola di Dio è molto chiara qui. Gli autobus e la fede sono inestricabilmente collegati. Se non mi sono pentito, allora tutta la mia fondazione è instabile.

Conosciamo tutti le leggi del traffico stradale. Alcuni anni fa ho guidato a Milano in macchina. Avevo troppa fretta e ho guidato troppo velocemente a 28 km all'ora. Sono stato fortunato La mia patente non è stata ritirata da me. La polizia mi ha dato una pesante punizione e un avvertimento giudiziario. Gli autobus da fare nel traffico significano pagare un importo e rispettare le regole.

Dal momento in cui il peccato è venuto nel mondo attraverso Adamo ed Eva, la gente è sotto il giogo del peccato. La punizione per il peccato è la morte eterna! Ognuno paga per questa punizione alla fine della sua vita. "Fare penitenza" significa fare un cambiamento nella vita. Tornando dalla sua vita egocentrica e rivolgendosi a Dio.

Fare autobus significa: "Riconosco il mio peccato e lo confesso! "Sono un peccatore e merita la morte eterna! "Il mio stile di vita egoista mi porta allo stato di morte.

"Anche voi eravate morti nei falli e nei peccati, in cui una volta camminaste, seguendo il corso di questo mondo, seguendo il principe della potenza dell'aria, lo spirito che è in questo momento al lavoro nei figli della disubbidienza. Tra di loro noi tutti una volta noi stessi condotto nelle concupiscenze della nostra carne, adempiendo i desideri della carne e della mente, ed eravamo per natura figli d'ira, come anche gli altri (Efesini 2,1-3).

La mia conclusione:
A causa delle mie trasgressioni e dei miei peccati, sono morto e non riesco a diventare spiritualmente perfetto per conto mio. Come persona morta, non ho vita in me e non posso fare niente da solo. Nello stato di morte sono totalmente dipendente dall'aiuto di Gesù Cristo, il mio Salvatore. Solo Gesù può risuscitare i morti.

Conosci la seguente storia? Quando Gesù sentì che Lazzaro era malato, aspettò due giorni interi prima di partire per andare a Lazzaro a Betania. Cosa stava aspettando Gesù? Per il tempo che Lazarus non poteva fare niente da solo. Aspettò la conferma della sua morte. Immagino come si sentiva quando Gesù stava alla sua tomba. Gesù disse: "Solleva la pietra!" Marta, la sorella della sorella defunta, rispose: "Puzza, è già morto 4 giorni!"

Una domanda:
C'è qualcosa nella tua vita che puzza, qualcosa che non vuoi che Gesù esponga, "rotolando via la pietra?" Torna alla storia.

Hanno rotolato via la pietra e Gesù ha pregato e chiamato ad alta voce "Lazarus, vieni fuori!" Il defunto uscì.
Il tempo è compiuto, la voce di Gesù viene a voi. Il regno di Dio si è avvicinato a te. Gesù chiama ad alta voce, "Vieni fuori!" La domanda è: come esci dal tuo egoistico, egoistico, puzzolente modo di pensare e agire? Di cosa hai bisogno? Hai bisogno di qualcuno che ti aiuti a rotolare la pietra. Hai bisogno di qualcuno che ti aiuti a sbarazzarti delle tombe. Hanno bisogno di qualcuno che ti aiuti a seppellire vecchi modi puzzolenti di pensare e recitare.

Ora arriviamo al prossimo punto: "Il vecchio"

Il più grande ostacolo nella mia vita era la mia natura peccaminosa. La Bibbia parla in questo contesto del "vecchio". Quella era la mia condizione senza Dio e senza Cristo. Per il mio vecchio sentito tutto la volontà di Dio non è d'accordo: la mia fornicazione, impurità mia, le mie passioni vergognose, i miei desideri malvagi, la mia avidità, la mia idolatria, la mia rabbia, la mia ira, il mio malvagità, le bestemmie, le mie parole vergognose, la mia Superlavoro e il mio imbroglio. Paul mostra la soluzione al mio problema:

"Sappiamo che il nostro vecchio uomo è stato crocifisso con lui, così che il corpo del peccato possa essere distrutto, così che d'ora in poi non serviamo il peccato. Perché colui che è morto è stato reso libero dal peccato "(Romani 6,6-7).

Per me vivere in una stretta relazione con Gesù, il vecchio deve morire. Questo è successo a me al mio battesimo. Gesù non solo ha accettato i miei peccati quando è morto sulla croce. Ha anche lasciato morire il mio "vecchio" su questa croce.

"O non sai che tutti noi che siamo battezzati Cristo Gesù siamo battezzati nella sua morte? Siamo dunque stati sepolti con lui mediante il battesimo nella morte affinché, come Cristo fu risuscitato dai morti per mezzo della gloria del Padre, così anche noi possiamo camminare in una vita nuova "(Romani 6,3-4).

Martin Lutero chiamava questo vecchio "vecchio Adamo". Sapeva che questo vecchio uomo può "nuotare". Io do sempre al "vecchio" il diritto di vivere. Mi sporcherò i piedi con esso. Ma Gesù è pronto a lavarli ancora e ancora! Dal punto di vista di Dio, sono stato lavato pulito con il sangue di Gesù.

Consideriamo il prossimo punto "La legge"

Paolo confronta la relazione con la legge con un matrimonio. All'inizio ho commesso l'errore di sposare la legge levitica al posto di Gesù. Ho cercato di ottenere la vittoria sul peccato da solo con il rispetto di questa legge. La legge è un buon partner moralmente onesto. Ecco perché ho scambiato la legge per Gesù. La mia sposa, la legge, non mi ha mai colpito o ferito. Non trovo nessun errore in nessuna delle sue richieste. La legge è giusta e buona! La legge, tuttavia, è un "marito" molto esigente. Si aspetta la perfezione da me in ogni area. Mi chiede di mantenere la casa perfettamente pulita. Libri, vestiti e scarpe devono essere tutti nel posto giusto. Il cibo deve essere preparato in tempo e perfettamente. Allo stesso tempo, la legge non tocca un dito per aiutarmi con il mio lavoro. Lui non mi aiuta in cucina o da nessun'altra parte. Voglio concludere questo rapporto con la legge perché non è una relazione amorosa. Ma questo non funziona.

"Perché una donna è legata a suo marito dalla legge finché l'uomo vive; ma quando l'uomo muore, è libera dalla legge che la lega all'uomo. Se è con un altro uomo mentre suo marito vive, viene chiamata adultera; ma quando muore suo marito è libera dalla legge, quindi non è un'adultera se prende un altro uomo. Così sono voi, fratelli, la legge ucciso dal corpo di Cristo, in modo da essere sposato con un altro, anche a colui che è risuscitato dai morti, che dobbiamo portare frutto a Dio "(Romani 7,2-4).

Sono stato messo "in Cristo" quando è morto sulla croce, quindi sono morto con lui. Pertanto, la legge perde il suo reclamo legale su di me. Gesù ha adempiuto la legge. Sono stato nella mente di Dio sin dall'inizio e mi ha unito a Cristo in modo che potesse avere pietà di me. Consentimi la seguente osservazione: Quando Gesù è morto sulla croce, sei anche morto con lui? Siamo tutti morti con lui, ma non è la fine della storia. Oggi, Gesù vuole vivere in ognuno di noi.

"Perché sono morto per legge per la legge, affinché io possa vivere Dio. Sono crocifisso con Cristo. Io vivo, ma non io, ma Cristo vive in me. La vita che ora vivo nella carne, la vivo nella fede del Figlio di Dio, che mi ha amato e ha dato se stesso per me dato "(Galati 2,19-20).

Gesù disse: "Nessuno ha un amore più grande di quello che dà la vita per i suoi amici (Giovanni 15,13)". So che queste parole si applicano a Gesù Cristo. Ha sacrificato la sua vita per te e me! Se do la mia vita per Gesù, questo è il più grande amore che posso esprimere a lui. Dando incondizionatamente la mia vita a Gesù, partecipo al sacrificio di Cristo.

"Esorto voi, fratelli, per la misericordia di Dio, a consegnare i vostri corpi come un sacrificio che è vivo, santo e gradito a Dio. Questa è la tua ragionevole adorazione "(Romani 12,1).

Fare autobus reali significa:

  • Deliberatamente dico di sì alla morte del vecchio.
  • Io dico di sì alla liberazione dalla legge attraverso la morte di Gesù.

Credere significa:

  • Io dico di sì alla nuova vita in Cristo.

"Perciò, se qualcuno è in Cristo, è una nuova creatura; il vecchio è passato, ecco, il nuovo è diventato "(2, Corinthians 5,17).

Il punto cruciale: "La nuova vita in Gesù Cristo"

In Galati abbiamo letto: "Io vivo, ma non io, ma Cristo vive in me", Come appare la tua nuova vita in Cristo? Qual è lo standard che Gesù ha stabilito per te? Ti permette di mantenere la tua casa (il tuo cuore) sporca e sporca? No! Gesù richiede molto più della legge richiesta! Gesù dice:

"Hai sentito che ha detto:" Non commettere adulterio. "Ma io ti dico che chi guarda una donna per desiderarla ha già rotto il matrimonio con lei nel suo cuore" (Matteo 5,27-28).

Qual è la differenza tra Gesù e la legge. La legge richiedeva molto, ma non ti dava alcun aiuto e non ti dava alcun amore. La richiesta di Gesù è molto più alta del requisito della legge. Ma lui viene in tuo aiuto con il tuo ordine. Dice "Facciamo tutto insieme. Pulisci la casa, metti insieme vestiti e scarpe nel posto giusto ". Gesù non vive per se stesso, ma partecipa alla tua vita. Ciò significa che non dovresti più vivere per te stesso, ma partecipare alla tua vita. Partecipano all'opera di Gesù.

"E così è morto per tutti, così che loro vivono lì Non vivere te stessoma colui che morì e si alzò per loro "(2, Corinzi 5,15).

Essere cristiano significa vivere in una relazione molto stretta con Gesù. Gesù vuole essere coinvolto in tutte le situazioni della tua vita! LUI è radicato nella vera fede, nella vera speranza e nell'amore stesso. Il suo fondamento è Cristo solo. Sì, Gesù ti ama! Ti chiedo: Chi è Gesù per te, personalmente?

Gesù vuole realizzare il tuo cuore ed essere il tuo centro! Devi dare la tua vita completamente a Gesù e vivere nella sua dipendenza. Non sarai mai deluso. Gesù è amore. Lui te lo dà e vuole il tuo meglio.

"Ma cresci nella grazia e nella conoscenza del nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo" (2, Peter 3,18).

Cresco in grazia e conoscenza, attraverso la comprensione "Chi sono in Gesù Cristo"! Questo cambia il mio comportamento, atteggiamento e tutto ciò che faccio. Questa è vera saggezza e conoscenza. TUTTO È GRAZIE, un regalo immeritato! Si tratta di crescere sempre più in questa consapevolezza di "CRISTO IN NOI". La maturità è vivere in perfetta armonia in questo "IN CRISTO".

Arriviamo alla conclusione "rimorso in connessione con la fede"

Leggiamo "Ravvedetevi e credete al Vangelo. Questo è l'inizio della nostra nuova vita in Cristo e nel Regno di Dio. Tu ed io siamo vivi in ​​Cristo. Questa è una buona notizia. Questa fede è sia incoraggiamento sia sfida. Lui è la vera gioia! Questa convinzione è viva.

  • Vedi la disperazione di questo mondo. Morte, disastri e miseria. Credono alla parola di Dio, "Dio vince il male con il bene".
  • Sperimenti i bisogni e le preoccupazioni dei tuoi simili, sei consapevole di non avere alcuna soluzione per loro. Ciò che puoi offrire è avere una relazione intima e intima con Gesù. Lui solo porta successo, gioia e pace. Solo lui può compiere il miracolo del pentimento!
  • Hanno messo nelle mani di Dio ogni giorno. Non importa cosa succede, sei al sicuro nelle sue mani. Ha tutte le situazioni sotto controllo e ti dà la saggezza per prendere le decisioni giuste. "
  • Non sono per nessuna ragione su piccola scala, accusati e accusati. Ma la tua fede dice: "IO SONO IN GESÙ CRISTO". Ha sperimentato tutto e sa come si sente la mia vita. Si fidano di lui completamente.

Paolo lo ha formulato nel capitolo sulla fede in ebraico:

"La fede è una ferma fiducia in ciò che si spera e un non-dubbio di ciò che non si vede" (Ebrei 11,1)!

Questa è la vera sfida nella vita quotidiana con Gesù. Gli dai la tua piena fiducia.

Per me, il fatto seguente:

Gesù Cristo vive 100% in me. Lui protegge e realizza la mia vita.

Ho piena fiducia in Gesù. Spero anche tu!

di Pablo Nauer