paradoxon

Il mistero della fede (o di pietà, piousness) descrive Paul come il segreto rivelato dietro tutte le cose - la persona di Gesù Cristo. In 1. Timothy 3,16 Paolo ha scritto: E è grande, come tutti devono ammettere il mistero della fede: Egli è rivelato nella carne, giustificato nello Spirito, è apparso agli angeli, predicato ai Gentili, è stato creduto nel mondo, è stato elevato in gloria.

Gesù Cristo, Dio nella carne, può essere definito il più grande paradosso (= apparente contraddizione) della fede cristiana. E non c'è da meravigliarsi se questo paradosso - il Creatore diventa parte della creazione - diventa la fonte di una lunga lista di paradossi e ironie che circondano la nostra fede cristiana.

La stessa salvezza è un paradosso: l'umanità peccatrice diventa giusta nel Cristo senza peccato. E anche se pecchiamo ancora come cristiani, Dio ci vede solo per amore di Gesù. Siamo peccatori e tuttavia siamo senza peccato.

L'apostolo Pietro scrisse in 2. Peter 1,3-4: Tutto ciò che serve per vivere e la pietà ci ha dato il suo potere divino attraverso la conoscenza di Colui che ci ha chiamato attraverso la sua gloria e potenza. Attraverso di loro ci sono state donate le più care e grandi promesse, affinché possiate condividere la natura divina che siete sfuggiti al desiderio distruttivo del mondo.

Qualche paradosso con l'opera unica di Gesù sulla terra a beneficio di tutta l'umanità:

  • Gesù iniziò il suo ministero quando aveva fame, ma lui è il pane della vita.
  • Gesù ha concluso il suo ministero terreno avendo sete, eppure è l'acqua viva.
  • Gesù era stanco e tuttavia è la nostra pace.
  • Gesù ha reso omaggio all'imperatore, eppure è il re legittimo.
  • Gesù ha pianto, ma si asciuga le lacrime.
  • Gesù fu venduto a Xnumx Silverlings, eppure pagò il prezzo per la salvezza del mondo.
  • Gesù è stato massacrato come un agnello, eppure è il buon pastore.
  • Gesù è morto e ha distrutto il potere della morte allo stesso tempo.

Anche per i cristiani la vita è paradossale in molti modi:

  • Vediamo cose invisibili per gli occhi.
  • Abbiamo superato arrendendoci.
  • Governiamo servendo.
  • Troviamo la pace assumendo il giogo di Gesù.
  • Siamo più grandi quando siamo i più umili.
  • Siamo più saggi quando siamo pazzi per l'amor di Dio.
  • Diventiamo più forti quando siamo più deboli.
  • Troviamo la vita perdendo le nostre vite per l'amor di Cristo.

Paolo ha scritto in 1. Corinthians 2,9-12: Ma è venuto, come sta scritto: Quelle cose che occhio non vide, né orecchio udì, e nessun cuore umano è entrato in quello che Dio ha preparate per coloro che lo amano. Ma Dio ci ha rivelato attraverso il suo spirito; perché la mente esplora tutte le cose, inclusa la profondità della divinità. Per quello che l'uomo sa cosa c'è nell'uomo, ma solo lo spirito dell'uomo che è in lui? Quindi nessuno sa cosa c'è in Dio, ma solo lo Spirito di Dio. Ma non abbiamo ricevuto lo spirito del mondo, ma lo Spirito di Dio, affinché possiamo conoscere ciò che Dio ci ha dato.

In effetti, il mistero della fede è grande. Attraverso le Scritture Dio si è rivelato come l'unico Dio - Padre, Figlio e Spirito Santo. E attraverso il Figlio che è diventato uno di noi per riconciliarci con il Padre che ci ama, abbiamo comunione non solo con il Padre ma anche l'uno con l'altro.

di Joseph Tkack


pdfparadoxon