Una lettera di trasformazione

L'apostolo Paolo scrisse la lettera alla congregazione di Roma su 2000 anni fa. La lettera è lunga solo poche pagine, meno delle parole 10.000, ma il suo effetto è stato profondo. Almeno tre volte nella storia della Chiesa cristiana, questa lettera ha portato a un tumulto che ha cambiato per sempre la chiesa in meglio.

Era all'inizio di 15. Secolo, quando un monaco agostiniano di nome Martin Lutero cercò di calmare la sua coscienza con una vita che chiamava vita senza biasimo. Ma sebbene seguisse tutti i rituali e gli statuti prescritti del suo ordine sacerdotale, Lutero si sentiva ancora estraniato da Dio. Poi, studiando come un docente universitario su Romani, Lutero trovato nella dichiarazione di Paolo in Romani 1,17 disegnato: E 'in esso [il vangelo] si rivela la giustizia di Dio è rivelata da fede a fede; come è scritto, il giusto vivrà per fede. La verità di questo potente passaggio toccò il cuore di Lutero. Ha scritto:

Lì cominciai a capire che la giustizia di Dio è colui attraverso il quale i giusti vivono di un dono di Dio, la giustizia passiva mediante la quale il Dio misericordioso ci giustifica mediante la fede. A quel punto, sentivo di essere nato di nuovo e di essere entrato in Paradiso attraverso porte aperte. Penso che tu sappia cosa è successo dopo. Lutero non poteva tacere di questa riscoperta del puro e semplice vangelo. Il risultato fu la Riforma protestante.

Un altro tumulto causato dalla lettera ai Romani ebbe luogo in Inghilterra intorno a 1730. La Chiesa d'Inghilterra ha attraversato tempi duri. Londra era un focolaio di abuso di alcol e di vita facile. La corruzione era diffusa, anche nelle chiese. Un giovane devoto pastore anglicano di nome John Wesley predicò rimorso, ma i suoi sforzi non ebbero alcun effetto. Poi, dopo essere stato toccato dalla fede di un gruppo di cristiani tedeschi in un burrascoso viaggio sul mare, Wesley fu attratto da una casa di riunione dei Fratelli della Moravia. Wesley lo descrisse così: La sera, a malincuore, andai a una festa in Aldersgate Street, dove qualcuno lesse la prefazione di Lutero alla Lettera ai Romani. Verso le nove meno un quarto, mentre descrivevo la trasformazione che Dio ha nel suo cuore attraverso la fede in Cristo, sentivo che il mio cuore si stava riscaldando stranamente. Sentivo di affidare la mia salvezza a Cristo, Cristo solo. E mi fu data la certezza che mi aveva tolto i miei peccati, persino i miei peccati, e mi ha liberato dalla legge del peccato e della morte.

Ancora una volta, la Lettera ai Romani è stata di fondamentale importanza per riportare la Chiesa alla fede, iniziando il risveglio evangelico. Un altro tumulto che ha avuto luogo non molto tempo fa ci porta in Europa nell'anno 1916. Nel bel mezzo del bagno di sangue di 1. Durante la seconda guerra mondiale, un giovane pastore svizzero afferma che le sue ottimistiche opinioni liberali su un mondo cristiano che si avvicina alla perfezione morale e spirituale sono state distrutte dal potere immaginativo di un massacro sul fronte occidentale. Karl Barth si rese conto che il messaggio del Vangelo aveva bisogno di una prospettiva nuova e realistica di fronte a una crisi così rivoluzionaria. Nel suo commento a Romani, 1918 apparve in Germania, Barth era preoccupato che la voce originale di Paul sarebbe stata persa e sepolta da secoli di studi e critiche.

Nei suoi commenti su Roman 1, Barth ha detto che il Vangelo non è una cosa tra le altre cose, ma una parola che è la fonte di tutte le cose, una parola che è sempre nuova, un messaggio di Dio che richiede fede e che e quello se viene letto correttamente, produrrà la fede che presuppone. Il Vangelo, disse Barth, richiede partecipazione e cooperazione. In questo modo, Barth mostrò che la Parola di Dio era rilevante per un mondo che era stato malconcio e disilluso da una guerra globale. Ancora una volta, l'Epistola ai Romani era la stella splendente che mostrava l'uscita da una gabbia oscura di speranza spezzata. Il commento di Barth sulla Lettera ai Romani fu appropriatamente descritto come una bomba lanciata sul campo di filosofi e teologi. Ancora una volta la chiesa fu trasformata dal messaggio della Lettera ai Romani, che aveva affascinato un lettore devoto.

Questo messaggio trasformò Lutero. Ha trasformato Wesley. Ha trasformato Barth. E cambia ancora molte persone oggi. Attraverso di loro lo Spirito Santo trasforma i suoi lettori con fede e certezza. Se non conosci questa certezza, ti esorto a leggere e a credere alla Lettera ai Romani.

di Joseph Tkach


pdfUna lettera di trasformazione